Leggi le storie

Lo sapevi che l’80% del caffè a livello mondiale è prodotto da 25 milioni di piccoli agricoltori? Vuol dire che ciascuno di essi possiede mediamente 2 ettari di terra che coltiva insieme alla propria famiglia.  Si calcola che 125 milioni di persone dipendono dal caffè per la loro sopravvivenza…

Il mercato

Il principale problema del caffè è il mercato. Il caffè è un prodotto quotato alla borsa di New York e il suo prezzo varia molto a seconda delle condizioni climatiche, delle malattie e di altri fattori, come le speculazioni finanziarie. Questa continua instabilità ha conseguenze significative per coloro che dipendono dal caffè per la loro sopravvivenza: i contadini fanno fatica a fare previsioni sul loro guadagno ma nel frattempo i costi di produzione salgono e le sfide aumentano. Come, ad esempio, la crisi climatica.

Che cosa succede al caffè?

La filiera del caffè è complessa e i chicchi attraversano numerosi passaggi prima di arrivare ai consumatori: contadini, commercianti, trasformatori, esportatori, torrefazioni, supermercati. La maggior parte dei contadini ha un’idea vaga di dove andrà il proprio caffè e a quale prezzo finale sarà venduto.
Il caffè verde, cioè quello già pronto per la trasformazione, è quello che rende di più ma per arrivare a trasformarlo, i produttori devono organizzarsi formare delle cooperative, acquistare i macchinari per la lavorazione e organizzare l’esportazione o pagare il prezzo di un terzista che faccia questo tipo di servizi.

Il caffè Fairtrade del commercio equo e solidale

Attraverso i suoi Standard, Fairtrade garantisce ai contadini:

un Prezzo Minimo stabile: è indipendente dalle variazioni di mercato e funziona da rete di salvataggio per una produzione sostenibile;

un Premio Fairtrade che le cooperative di produttori possono destinare a progetti di tipo sociale, a scuole e ambulatori oppure al miglioramento produttivo.

Approfondisci

Acquista il caffè certificato Fairtrade  come quello di Olga e contribuisci a migliorare la vita delle comunità. Qui ti raccontiamo com’è cambiata la loro storia d quando hanno incontrato il commercio equo.