Palloni

Gran parte dei palloni presenti sui nostri mercati proviene da Pakistan, India, Cina e Indonesia, dove vengono cuciti a mano da lavoratori spesso costretti ad operare in condizioni molto dure. Orari insopportabili, ambienti degradati e salari ben al di sotto del minimo necessario per la propria sussistenza, oltre alla piaga del lavoro minorile, sono solo alcuni dei problemi che queste persone affrontano quotidianamente.

La condizione dei lavoratori impiegati nell’industria dei palloni è spesso molto difficile: il loro reddito si basa sulla quantità di pezzi cuciti, piuttosto che su una retribuzione oraria, costringendoli a molte ore di lavoro straordinario per garantirsi la minima sussistenza. I palloni Fairtrade sono cuciti a mano in Pakistan da circa 6.700 lavoratori.

La certificazione Fairtrade assicura che ai lavoratori siano garantite condizioni di lavoro dignitose e siano loro corrisposti salari almeno pari ai minimi stabiliti dalla legge, offrendo alle famiglie la possibilità di mandare i propri figli a scuola e di migliorare la propria vita.

Scopri in questo video come un pallone può tradursi in diritti fondamentali come istruzione acqua potabile.

I nostri partner

Bala Sport

It’s time to play fair!