Banane

La banana è il frutto preferito di milioni di persone ma anche uno dei principali alimenti per la sopravvivenza delle popolazioni che la coltivano in America Latina, Caraibi, Asia e Africa Occidentale.

Fairtrade lavora per supportare sia i contadini che i lavoratori delle piantagioni. Il nostro obiettivo è quello di coinvolgere tutti gli operatori commerciali per dare più valore al lavoro dei produttori. In questo modo ci assicuriamo che ricevano un prezzo dignitoso e uno stipendio decente.

Condizioni di lavoro difficili

Gli studi che analizzano i problemi nell’industria della banana mettono in evidenza le condizioni dei lavoratori. Tra i problemi più diffusi ci sono stipendi bassi, precariato, restrizioni nei diritti di organizzazione. L’utilizzo dei pesticidi provoca inoltre rischi per la salute e per l’ambiente. Per i piccoli produttori che dipendono dalla coltivazione delle banane, le sfide da affrontare sono molte: costi di produzione crescenti, prezzi bassi e cambiamento del clima. In questo modo coltivare la banana diventa imprevedibile e insostenibile a livello economico.

Che cosa fa Fairtrade

Le banane equosolidali con il marchio Fairtrade sono prodotte da organizzazioni di piccoli produttori o piantagioni che rispettano i nostri standard sociali, economici e ambientali. Spesso sono banane equosolidali e biologiche. Gli standard includono la tutela dei diritti dei lavoratori e dell’ambiente, il pagamento del prezzo minimo Fairtrade e di un premio addizionale da investire in progetti per l’impresa o per la comunità.

Qui puoi trovare le storie di alcune organizzazioni che esportano le loro banane equosolidali in Italia