L’Etiopia è uno dei paesi più poveri al mondo. La sua economia si basa prevalentemente sulla produzione agricola e dalla coltivazione del caffé dipende circa il 25% della popolazione.

La Sidama Coffee Farmers Cooperative Union (SCFCU) è stata fondata nel 2001, e oggi raccoglie 39 cooperative di piccoli produttori di caffé situate nell’area di Sidama, sulle montagne del sud del paese. Presso SCFCU l e piante di caffé crescono all’ombra naturale di foreste del luogo, in un’area caratterizzata da ottime condizioni ambientali (piovosità, altitudine e temperatura). Le coltivazioni ricoprono una superficie di 72 ettari, con una media di 1000 – 1800 piante per ettaro, crescono cioè con una bassa densità.

Grazie a Fairtrade i produttori hanno potuto potenziare le relazioni con gli acquirenti, nonché esportare il caffé direttamente nel mercato internazionale garantendosi maggior potere di contrattazione.

L’ottima qualità del caffé di SCFCU è stata riconosciuta anche alla conferenza internazionale SCAA – Cupping Pavillion, dove nel 2005 l’organizzazione ha meritato il secondo posto per il miglior caffé.