COVID-19 e l’aumento del lavoro minorile

La crisi portata da COVID-19 è un disastro per milioni di bambini. Nella Giornata contro il lavoro minorile, sottolineiamo i rischi per il benessere dei bambini e 4 modi in cui Fairtrade sta rispondendo a questa situazione.

I bambini figli dei lavoratori di CAYAT, in Costa D'Avorio attorno alla televisione acquistata con i soldi del Premio. a Baoulekro, un villaggio locale di 300 persone. ©Peter Caton
I bambini figli dei lavoratori di CAYAT, in Costa D’Avorio attorno alla televisione acquistata con i soldi del Premio. a Baoulekro, un villaggio locale di 300 persone. ©Peter Caton

Le Nazioni Unite e le organizzazioni per i diritti dei bambini stanno richiamando l’attenzione sulla pandemia e sul disastro che sta causando a milioni di bambini. La chiusura delle scuole insieme alle restrizioni al lavoro dei migranti stanno rendendo più vulnerabili ragazze e ragazzi e li stanno esponendo al lavoro minorile. Se i genitori si ammalano a causa del virus, i bambini e i giovani, in particolare le ragazze, rischiano di assumersi la responsabilità più gravosa: quella della sopravvivenza delle loro famiglie

Crollo dell’economia significa rischio di lavoro minorile

Ma non si tratta solo di un impatto immediato. A lungo termine, il crollo dell’economia porterà in stato di povertà ancora più persone e, come risultato probabile, più bambini ricadranno nella piaga del lavoro minorile. In questo periodo, è stato proposto un adeguamento dell’età per i lavoratori più giovani (dai 16 anni in poi) per far fronte alla carenza di manodopera nel settore del caffè per far fronte alla carenza di manodopera nel settore del caffè. E’ probabile che altri settori e paesi seguiranno questa tendenza. Leggi deboli e budget governativi più ristretti si tradurranno in più lavoro minorile, specialmente in ambito rurale e in agricoltura.

Fairtrade sta rispondendo a queste sfide in 4 modi fondamentali:

  1. Informazione e aumento della consapevolezza

I network dei produttori Fairtrade stanno lavorando a fianco delle organizzazioni per informarli sul collegamento tra lavoro minorile e COVID-19 e per aumentare la loro consapevolezza sui rischi. Le linee guida Fairtrade su COVID-19 contengono consigli per proteggere i bambini e le persone vulnerabili. In Africa occidentale, le cooperative certificate Fairtrade stanno utilizzando una radio e i centri di informazione delle comunità locali per sensibilizzare le persone rispetto all’aumentato rischio di lavoro minorile e sul lavoro pericoloso. In Sri Lanka e nelle Filippine, un concorso di disegno ha dato l’opportunità a due cooperative di coinvolgere le famiglie e di ricordare loro i rischi portati da COVID.

  1. Fondi per le necessità a breve e lungo termine

Il nuovo Fondo di emergenza per i produttori fornisce una somma vitale per le organizzazioni di produttori Fairtrade da investire nella sicurezza e nella sopravvivenza dei produttori e delle loro famiglie, per esempio per il temporaneo pagamento degli stipendi per i lavoratori che sono stati lasciati a casa o per le cure sanitarie di emergenza, riducendo il rischio che i bambini lavorino per aiutare le loro famiglie.

Le organizzazioni dei produttori possono utilizzare anche il Premio Fairtrade in modo più flessibile per le necessità connesse alla COVID-19. La distribuzione di pacchi di alimenti è vitale per le famiglie per sopperire al pranzo che veniva prima fornito dalla scuola,  uno dei pasti principali per i loro figli. Guardando oltre l’emergenza, il nuovo Fondo per la resilienza vuole supportare a lungo termine interventi di tipo economico, come programmi su misura per affrontare i rischi di violazione dei diritti umani nella catena del valore.

 
Martial Quintero con sua moglieElvia, le sue due figlie e i suoi nipoti fuori dalla sua casa che è stata ristrutturata grazie al Premio ricevuto da Cobana (Panama). ©Fairtrade Foundation
  1. Affrontare alla radice le cause della povertà, dello sfruttamento e della discriminazione

Il lavoro minorile è causato da fattori complessi legati fra loro, connessi alla povertà, allo sfruttamento e alla discriminazione. Non è una coincidenza, ad esempio, che circa 2 milioni di bambini lavorino in Africa Occidentale quando molti coltivatori di cacao guadagnano ancora meno di un dollaro e mezzo al giorno. Fairtrade crede che il modo migliore per eliminare la povertà estrema sia pagare contadini e lavoratori un prezzo equo per i loro raccolti. Lavoriamo per raggiungere un reddito dignitoso, per esempio stabilendo i parametri per un reddito e un salario dignitosi, promuovendo impegni di contrattazione collettiva e proteggendo i contadini dalle variazioni del mercato attraverso il Prezzo Minimo Fairtrade. E gli Standard Fairtrade proibiscono tutte le forme di violenza e discriminazione.

Bambini della scuola di La Quinta (Perù). © Fairtrade Belgio
  1. Richiamare i governi ad agire per proteggere i più vulnerabili

Molte organizzazioni di produttori hanno compiuto dei passi importanti per affrontare il lavoro minorile implementando il Sistema di valutazione e di soluzione basato sull’inclusione dei giovani, che è stato efficace nel rendere consapevoli le comunità sui casi di lavoro minorile e nell’accrescere la conoscenza dei rischi. Ma la mancanza attuale di supporto da parte dei governi o delle agenzie specializzate significa che molte di queste organizzazioni di produttori ora si sentano abbandonate e impotenti se rilevano casi di lavoro minorile. Stanno cercando urgentemente soluzioni e stanno invocando i governi affinché le aiutino.

Fairtrade sta fornendo una guida virtuale e sta contattando Organizzazioni non governative locali per supportare i produttori dove possibile. Ma non possiamo risolvere da soli queste situazioni. Non possiamo sostituire il ruolo dei governi nel rispondere e nel risolvere i casi di lavoro minorile, specialmente nelle sue forme peggiori.

Fairtrade si appella ai governi, alle aziende e agli organismi internazionali affinché investano più risorse e diano modalità sicure di protezione per i bambini vittime del lavoro minorile. Se non vogliamo che l’Obiettivo di sviluppo di mettere fine al lavoro minorile entro il 2025 diventi un sogno irrealizzabile, dobbiamo tutti impegnarci a lavorare insieme per proteggere i bambini e a ricostruire l’economia in modo più sostenibile, giusto e inclusivo sulla scia di COVID-19. Milioni di bambini e giovani ci chiedono di agire in modo decisivo ora.

Covid-19: Le ultime news

  • Per i produttori di cacao ugandesi, Covid è l'occasione per cambiare
    Scopri di più
  • Nei fondi Covid-19 altri 15 milioni per i produttori
    Scopri di più
  • Ecco perché il fondo di soccorso Fairtrade fa la differenza
    Scopri di più