Come sono stati usati i fondi Covid? Il bilancio di Fairtrade dopo un anno

Contadini e i lavoratori Fairtrade sono stati un esempio (e una fonte di ispirazione) su come adattarsi per navigare nella pandemia. 

Il nostro fondo di soccorso è stato lanciato per una immediata assistenza: per mantenere i lavoratori in sicurezza e per l’operatività corrente. Dall’altra parte, il fondo di resilienza Fairtrade è stato creato per misure a lungo termine (come l’adeguamento dei modelli di business o la diversificazione) per raggiungere una ripresa più solida a livello economico. Un anno dopo, questa è una panoramica di quello che è successo a distanza di tempo con alcune recenti storie dal campo. Rimaniamo in contatto perché è una storia in continua evoluzione!

L’intervista all’amministratrice delegata di Fairtrade International è stata messa in onda da DW Business Africa il 5 maggio 2020. Traduzione e adattamento Ufficio comunicazione Fairtrade Italia.

Diversificazione, alla luce del sole

Ad oggi, 337 organizzazioni di produttori in Africa stanno portando avanti numerosi progetti per beneficiare le loro cooperative e comunità. Dalla digitalizzazione delle vendite al mettere al sicuro i lavoratori nel rispetto dei nuovi standard di sicurezza.
Un esempio di ispirazione è quello della Cooperativa Imgoun, nella parte Sud del Marocco. La sua operatività è stata pesantemente colpita dalla pandemia e trovare nuovi modi di generare reddito, continuando a mantenere in sicurezza i propri lavoratori, è stato cruciale.
Poiché lavorano in un’area altamente arida con la mancanza di acqua piovana, l’organizzazione ha deciso di costruire pozzi d’acqua e cisterne usando tubazioni a energia solare per espandere la quantità di terreni che possono essere irrigati. In questo modo ha reso possibile l’aumento e la diversificazione della produzione. Per esempio, stanno pensando di avviare la produzione di olio d’oliva che poi potrà essere certificato Fairtrade. In più, hanno lanciato un nuovo sito web per facilitare le vendite, un modo di assicurare che i loro prodotti siano visibile e facilmente accessibili allo stesso tempo.
La cooperativa ha anche organizzato  sessioni di formazione con argomenti come la preparazione per future situazioni di rischio, l’assicurazione di salute e sicurezza e su come raggiungere una produzione amica dell’ambiente riducendo gli effetti economici di Covid-19.

Tutti i soci sono felici e molto soddisfatti dei risultati dal momento che tutto il villaggio può trarre beneficio dai progetti, in particolare dal pozzo.

Abdellah Mars, socio della cooperativa Imgoun
Gli equipaggiamenti di sicurezza per proteggere la salute dei lavoratori sono stati cruciali per garantire l’operatività.

Mettere al primo posto i soci in posizione vulnerabile colpiti da Covid-19 e dagli uragani

In Sudamerica, 294 organizzazioni hanno portato avanti le loro attività grazie ai fondi. È opportuno sottolineare che oltre a Covid-19, questa regione è stata attraversata lo scorso anno dal passaggio di due uragani, Eta e Iota, che hanno avuto effetti devastanti.

Coprire gli aumentati costi di produzione e implementare i protocolli di sicurezza è stato un problema costante lungo la regione (per esempio, per l’organizzazione di test rapidi per il Covid-19). Tuttavia, a margine si sono accentuati i problemi di accesso al cibo e ai generi di prima necessità per le famiglie.
Un esempio è quello di Procafem, un produttore di caffè messicano. A causa della pandemia, gli agricoltori in età più avanzata non potevano lavorare come al solito e di conseguenza hanno visto una diminuzione del loro reddito familiare. Questo ha comportato per molti di loro delle difficoltà a ottenere cibo e rifornimenti per le loro famiglie. La cooperativa di conseguenza li ha messi al primo posto e ha utilizzato i fondi per acquistare rifornimenti di alimenti di base per 90 dei loro soci. Questi aiuti hanno messo al centro gli anziani ma anche le persone con disabilità e i produttori che avevano subito danni a causa degli uragani dell’anno scorso. L’organizzazione ha preparato i pacchi e ha organizzato le consegne in 3 differenti siti, San Jeronimo, Motozintla e l’ufficio di Procafem. Tutte le consegne sono state fatte all’aperto con le misure preventive.

Un altro esempio nella regione è stato quello di Corporación San Miguel de Brasil, in Ecuador. Hanno usato il fondo per installare adeguati supporti di sicurezza per i lavoratori sui campi, beneficiando 127 produttori.

Le iniziative di emergenza per il Covid, hanno fornito materiali di protezione per più di 230 organizzazioni che insieme ai fondi per l’emergenza e la ripresa hanno permesso loro di continuare con la produzione di cibo, mantenendo attive le forniture di prodotti certificati Fairtrade. Queste donazioni e questi fondi sono stati molto importanti per le organizzazioni certificate Fairtrade in Centro e Sud America.

Miguel Angel Munguia, presidente della CLAC e membro del consiglio di amministrazione di Fairtrade International
Kopepi Katiara, in Indonesia, ha messo al primo posto l’efficienza nella in termini di produzione di caffè

Non è solo un problema di quantità ma anche di qualità

Nella regione dell’Asia e del Pacifico, i fondi sono stati usati da 273 organizzazioni in 21 paesi.
Un esempio è la cooperativa di produttori di caffè Kopepi Ketiara in Indonesia. La pandemia ha avuto un forte impatto nella loro intera filiera. Questo significa che, a livello degli agricoltori, il prezzo per la raccolta delle bacche è diminuito del 30%, portando un importante impatto sui redditi familiari.
Di conseguenza, la cooperativa ha deciso di utilizzare i fondi per aumentare la produzione e la sua qualità per ulteriori esportazioni e la vendita nei mercati locali. Per farlo ha distribuito nuove spolpatrici, rotoli di teli, macchine per la torrefazione e macinini per i propri soci.
A seguire, nella regione Asia e Pacifico saranno messi a punto strumenti per il compostaggio e i vivai di verdure per supportare le piccole organizzazioni di produttori in Sri Lanka, beneficiando 8000 persone. E ci sarà anche il lancio di un sito ecommerce per le vendite di prodotti Fairtrade in Vietnam.

La qualità dei teli forniti dal progetto è la migliore che io abbia mai visto negli ultimi 25 anni di esperienza nella produzione di caffè di Gayo.

Rahman, Presidente di Kopepi Ketiara

In arrivo molto di più

Sono solo alcuni esempi e molti più progetti sono stati avviati in tutte le regioni per aiutare gli agricoltori e i lavoratori. Restiamo in contatto per maggiori aggiornamenti e, nello stesso tempo, continuate a scegliere Fairtrade e a supportare i contadini e i lavoratori nel mondo per aiutarli a ricostruire le loro vite e per rendere il mondo più giusto.


I nostri partner
Le attività segnalate in questo articolo e oltre sono state finanziate da:
German Federal Ministry for Economic Cooperation and Development (BMZ) in collaborazione con German Society for International Cooperation (GIZ);
Swiss State Secretariat for Economic Affairs (SECO);
British Foreign Commonwealth & Development Office (FCDO); attraverso the Vulnerable Supply Chains Facility (VSCF) istituito da FCDO in agosto;
Impact investor Incofin IM;
Fondi propri delle organizzazioni socie di Fairtrade

Covid-19: Le ultime news

  • I fondi per il Covid continuano a supportare gli agricoltori Fairtrade
    Scopri di più
  • La storia delle bacche di goji Fairtrade
    Scopri di più
  • Paraguay: le organizzazioni Fairtrade aiutano le scuole
    Scopri di più