Paraguay: le organizzazioni Fairtrade aiutano le scuole

Nello Stato dell’America Latina, l’anno scolastico è iniziato a marzo. Ma la frequenza degli studenti non è per nulla scontata.

Nel 2021 in Paraguay, le scuole sono iniziate all’inizio di marzo con la novità che avrebbero riaperto le porte per accogliere gli studenti che avevano deciso, insieme ai loro genitori, di entrare in classe in modalità in presenza. I genitori potevano anche decidere che i loro bambini continuassero con la modalità virtuale iniziata nel 2020 a seguito della pandemia.

Per la modalità in presenza, il Ministero per l’educazione ha stabilito un protocollo sanitario che restringe il numero degli studenti ad un massimo di 15 per classe e ciascun gruppo classe deve rimanere isolato dagli altri.

Per noi può sembrare scontato che nelle scuole sia presente l’acqua corrente che possa permettere agli studenti e agli insegnanti di lavarsi le mani o di usufruire dei servizi igienici. Nelle scuole rurali del Paraguay, invece non lo è e l’intervento delle cooperative certificate Fairtrade, in zone ad alta produzione di zucchero di canna, è stato fondamentale per far ripartire le scuole in sicurezza.

Consegna delle postazioni lavamani da parte della cooperativa Cañaveral.

C’è chi pensa alle scuole rurali

In questo contesto, la cooperativa Cañaveral e l’Associazione dei produttori di zucchero di canna biologico della zona centrale Asocace, entrambi produttori di zucchero di canna Fairtrade, hanno deciso di donare lavabi trasportabili a 37 istituzioni scolastiche. Una donazione resa possibile dai fondi del Premio Fairtrade per supportare iniziative di tipo sociale.
“Tutte le istituzioni scolastiche avevano stabilito lo stesso protocollo sanitario. Essendo in area rurale, le scuole non potevano comprare questo tipo di strumenti e quindi li abbiamo donati a tutti. Anche nel Distretto di Borja abbiamo fatto lo stesso tipo di intervento perché è un’area di persone che fanno un lavoro molto duro e sono molto umili” dice Ramona Vargas de Rodriguez, presidente della cooperativa Cañaveral.
La cooperativa ha donato 29 lavabi a 19 istituzioni educative nelle comunità rurali e all’unità di salute della famiglia del distretto di Borja nello stato di Guaira, beneficiando 14 comunità.

Asocace dona le postazioni di lavaggio delle mani alle scuole locali

Allo stesso modo Asocace ha consegnato 20 lavabi portatili a 18 istituzioni educative in tre distretti dell’area di influenza dell’organizzazione.

“La modalità in presenza è stata ripresa nel mezzo della pandemia e stando attenti alle necessità per i bambini di seguire i protocolli sanitari per evitare possibili infezioni. Asocace, grazie al Premio ricevuto dal commercio equo, nel rispetto del ruolo sociale che ci caratterizza, ha deciso di donare 20 lavabi alle scuole rurali nell’area di produzione dello zucchero di canna” ha spiegato Fabián González, amministratore di Asocace.
Grazie a questa donazione, le scuole di queste aree possono avere postazioni di lavaggio delle mani in modo che gli studenti e gli insegnanti possano usufruirne prima di entrare in classe e prevenire tutti i giorni il contagio da Covid-19, rispettando così il protocollo di sicurezza del Ministero dell’educazione del Paraguay.

Covid-19: Le ultime news

  • Come sono stati usati i fondi Covid? Il bilancio di Fairtrade dopo un anno
    Scopri di più
  • La storia delle bacche di goji Fairtrade
    Scopri di più
  • Un anno di Covid-19: Fairtrade continua il suo supporto
    Scopri di più