Green Friday: l’alternativa per un Black Friday più sostenibile

È la settimana del Black Friday, quel momento particolare dell’anno che anticipa gli acquisti del periodo natalizio in cui veniamo invitati continuamente a comprare nuovi prodotti e servizi, grazie a sconti e offerte imperdibili.

Per noi è anche un’occasione per farci i conti in tasca ma anche per riflettere sulle conseguenze dei nostri acquisti sulla vita delle persone e sull’ambiente.

In particolare, nel campo della moda c’è molto da fare per migliorare un sistema industriale che calpesta i diritti e la dignità delle lavoratrici e dei lavoratori, oggi stimati in 70 milioni di persone in tutto il mondo.

L’80%, per fare un esempio, sono donne che ricevono una paga minima, quasi sempre al di sotto del livello di povertà.

Ecco perché dovresti valutare di valutare il Green Friday come alternativa sostenibile al Black Friday. Continua a leggere l’articolo per conoscere cos’è e cosa possiamo fare insieme per un futuro più consapevole ed etico. 

Cosa significa moda sostenibile

La moda sostenibile è un sistema che ha una visione globale e complessiva di ogni fase, passaggio, elemento che contribuisce a creare una collezione di abiti: rispetto dei diritti di chi lavora a ogni livello, impatto sull’ambiente di processi, materiali, catena di fornitura, ciclo di vita del prodotto, comunicazione.

Nello specifico del nostro raggio d’azione e delle nostre attività significa avere a cuore il destino dei lavoratori e degli artigiani, prima dei prodotti stessi.

Vuol dire pensare non tanto a cucire un capo, bensì alle persone che stanno dietro alla sua costruzione, utilizzando i materiali che servono per produrlo. L’esatto opposto della modalità corrente di produrre, secondo la quale l’attenzione è focalizzata sul capo da creare e lo si fa produrre a chi offre il prezzo migliore sul mercato.

Lavoratrici dell’azienda Armstrog, India © Christoph Köstlin

Black Friday: non farsi abbagliare da prezzi bassi

Bisogna tenere sempre in mente che se il prezzo al consumatore è basso qualcuno, da qualche parte nel mondo e nella catena produttiva e distributiva, paga la differenza. Ne vale davvero la pena?

Le conseguenze ambientali e sociali del Black Friday

Una giornata di acquisti compulsivi ha conseguenze inevitabili sull’ambiente e sulle persone e aumenta esponenzialmente quel ricorso all’acquisto usa e getta che è una delle cause dell’inquinamento del pianeta. Acquistare a prezzi stracciati implica:

  • un aumento del traffico nelle nostre città, già congestionate dalle auto, dove si riversano milioni di consumatori a caccia del prezzo più conveniente ma anche i mezzi che trasportano le merci che abbiamo ordinato online;
  • un aumento della plastica di cui sono fatti i giocattoli e dei metalli con cui vengono fabbricati i dispositivi tecnologici che acquistiamo, materiali che richiedono lunghi tempi di smaltimento;
  • un aumento della dipendenza dal consumo compulsivo che non fa bene né alle nostre tasche né alla nostra salute, quando riversiamo i nostri bisogni sull’impulso sfrenato all’acquisto. Ci servono davvero tutte le cose che compriamo anche solo con un clic?

Che cos’è il Green Friday: l’alternativa sostenibile al Black Friday

Il movimento del Green Friday è nato in Francia nel 2017 per opporsi al Black Friday che penalizzava i piccoli esercizi commerciali. L’obiettivo del Green Friday è quello di creare una maggiore consapevolezza nell’acquisto e promuovere una cultura anti spreco e attenta ai danni ambientali e sociali provocati dall’industria della moda e non solo. Ecco come aderire alle proposte promosse dal Green Friday:

  • valuta attentamente se hai davvero bisogno del prodotto in promozione;
  • piuttosto di acquistare un capo nuovo, vai a vedere le proposte del mercato dell’usato;
  • nel giorno del Black Friday, promuovi uno swap party;
  • invece di comprare, dedicati un giorno per fare una passeggiata, vedere gli amici e le amiche, dedicarti ad attività che ti fanno stare bene;
  • partecipa al No buying day, la Giornata del non acquisto, come forma di protesta nei confronti di un consumismo senza limiti.

E noi cosa possiamo fare?

Se proprio devi acquistare, rivolgiti ad aziende che cercano di lavorare rispettando l’ambiente e le persone come quelle che vendono capi certificati Fairtrade, non solo durante il Black Friday ma anche tutto l’anno. Magari non troverai vestiti a prezzi stracciati, ma farai un acquisto sostenibile per le persone, per il pianeta e anche per te. 

News: Le ultime news

  • Le tappe della mostra La casa foresta
    Le tappe della mostra La casa foresta
    Scopri di più
  • A Fairtrade il Premio "Bilancio di sostenibilità"
    A Fairtrade il Premio "Bilancio di sostenibilità"
    Scopri di più
  • Bologna, Cesena, Rimini e Vignola diventano nuovi “Territori Equosolidali”
    Bologna, Cesena, Rimini e Vignola diventano nuovi “Territori Equosolidali”
    Scopri di più