1 Aprile 2019

Continuiamo a parlare degli SDGs e della loro relazione molto stretta con Fairtrade. L’obiettivo di sviluppo numero 3 è quello di assicurare una vita sana e promuovere il benessere per tutti, indipendentemente dall’età anagrafica. Le Nazioni Unite scrivono che “questo obiettivo riguarda le priorità a livello di salute, compresa quella riproduttiva, delle madri e dei bambini; le malattie che possono essere trasmesse, non trasmesse e quelle ambientali; la copertura di salute a livello universale; e l’accesso per tutti a medicine e vaccini sicuri, efficaci, di qualità e convenienti”.

Fairtrade ha standard economici, sociali e ambientali restrittivi che rendono i contadini e i  lavoratori in salute attraverso:

  • redditi sostenibili, che permettono loro di ottenere cibo e salute per i loro familiari;
  • programmi sociali per le comunità rurali come facilitazioni mediche e servizi;
  • protezione dell’ambiente, attraverso la riduzione dell’uso dei pesticidi e sistemi protettivi nel caso in cui vengano usati.

In alcuni casi, il Premio Fairtrade – una somma aggiuntiva pagata a tutti i produttori – è usata specificamente per progetti in ambito sanitario a beneficio di tutta la comunità. Molte organizzazioni Fairtrade nel mondo hanno scelto di spenderlo in cliniche, cure specialistiche per mamme e bambini, vaccinazioni, trattamenti dentali, servizi di controllo della vista e educazione alla salute.

 

Nell’immagine, Ma Joaquina Garcia Molina nella clinica medica a cui accedono circa 300 persone nel villaggio di Estanzuelas in Honduras. La clinica è stata costituita grazie al Premio Fairtrade ricevuto dalla cooperativa di produttori di caffè Cabripel. Lei ha lavorato nella clinica per 11 anni. “Le persone vengono qui con ferite e malattie e ci prendiamo cura di loro, dice Ma. “Ho frequentato molti corsi di formazione in primo soccorso e nelle cure di base”.

Traduzione dal blog di Fairtrade Canada Ufficio comunicazione di Fairtrade Italia

 

Vuoi che ti spediamo la prossima news via email?

Una volta al mese ti racconteremo una nuova storia del commercio equo e solidale