Cucine migliorate e crediti di carbonio per gli agricoltori etiopi

Le donne etiopi delle aree rurali impiegano 2-3 ore al giorno a raccogliere la legna. Più tardi, in una struttura chiusa, spesso separata dall’ambiente principale della casa, accendono il fuoco per preparare i pasti per le loro famiglie. Trascorrono ore e ore in mezzo a una spessa nuvola di fumo, combattendo con tosse e irritazione degli occhi. Essendo una cosa che fanno tutti i giorni, sono spesso inconsapevoli dell’impatto a lungo termine che il loro stile di vita, a cui sono costrette dalle circostanze, ha sulla loro salute e sull’ambiente. Tuttavia, come ha imparato un gruppo di donne appartenenti a 20.000 famiglie, cucinare può essere più piacevole e meno pericoloso.

Metodo tradizionale di cottura
Metodo tradizionale di cottura

Migliorare le cucine per migliorare la vita

Attraverso un progetto di distribuzione di cucine migliorate, a ogni casa sono state distribuite due stufe a efficientamento energetico. Oromia Farmers Cofee cooperative Union, di cui sono socie, supervisiona la produzione e la distribuzione di stufe in due modelli – Mirt e Tikkil. Sono prodotte a livello locale in modo da creare opportunità di lavoro per ragazzi e donne all’interno della comunità di agricoltori. I risultati sono stati sorprendenti. Una di loro, Mulane Jabessa, dice che ora la legna dura il doppio perché le nuove cucine hanno bisogno della metà del quantitativo e ora ha più tempo per stare con la famiglia. Per Mabraat Kabbada, le stufe migliorate significano che lei può preparare i pasti in modo più comodo. Le emissioni di fumo e le scottature frequenti alle mani e ai piedi sono incidenti che appartengono al passato. Attraverso il progetto, la cooperativa non sta solo riducendo le emissioni di anidride carbonica e la deforestazione ma anche sta dando benefici alla salute dei suoi membri.

Il modello Tikikil di cucina migliorata
Il modello Mirt di cucina migliorata

La vendita dei crediti di carbonio

Nel 2016, Oromia, di cui sono socie donne agricoltrici, ha registrato il progetto Cookstove nel programma dei crediti di carbonio secondo i Gold Standard. Come cooperativa certificata Fairtrade, il progetto si è candidato alla certificazione secondo gli Standard Fairtrade per il clima e quindi per la vendita di Crediti di carbonio Fairtrade. Questo significa che la cooperativa è in grado di vendere questi crediti a imprese o a singoli per dare un impatto positivo sul clima e ridurre la loro impronta di carbonio. In aprile di quest’anno è stata verificata la riduzione di emissioni tra il 2016 e il 2018, che si è attestata sui 25.300 milioni di tonnellate di diossido di carbonio. La cooperativa ha venduto i crediti di carbonio guadagnando 212.500 euro attraverso un accordo di acquisto di emissioni con il Fair Climate Fund. Essendo certificata secondo gli Standard per il clima, ne ha ricavato ulteriori 25.000 euro in Premio Fairtrade. I fondi andranno all’ampliamento del progetto fra altre comunità di coltivatori di caffè nell’Est e nel Sud dell’Etiopia dove si trovano i soci di Oromia Coffee cooperative Union. Inoltre, l’ammontare ulteriore di denaro guadagnato sarà investito in progetti che miglioreranno le condizioni sociali, economiche e ambientali della comunità. Il progetto di distribuzione delle cucine Oromia è stato sviuppato durante la terza fase del Progetto dell’Accademia sul clima finanziato dalla Fondazione Max Havelaar Netherlands, Dutch poscode Lottery, ICCO, Fair Climate Fund e International coffee Research Institute, – Jemma University.

Vivaio di caffè della cooperativa Oromia, in Ethiopia
Vivaio con le nuove piante di caffè. © Max Havelaar Belgio

Ampliamento del progetto

Fra i produttori certificati Fairtrade in Africa, Oromia è la prima organizzazione a compiere tali progressi nello schema dei crediti di carbonio. Sono allo studio programmi per aumentare i progetti locali portati avanti dai piccoli produttori di caffè certificati secondo lo Standard dei crediti di carbonio. Uno di questi progetti è Coltivare la resilienza delle organizzazioni produttrici di caffè in Uganda (a cui aderiscono Ankole Coffee producers cooperative Union, Banyankole Kweterana Cooperative Union e Kibinge Coffee Farmers’ Cooperative Society) che implementa il progetto delle cucine migliorate nei prossimi 3 anni.
Attraverso i progetti di energia pulita e di sensibilizzazione sulle pratiche agricole sostenibili, continueremo a supportare le comunità di piccoli agricoltori per proteggere l’ambiente in cui vivono e fare in modo che diventino più resilienti agli effetti del cambiamento climatico.

Selezione dei chicchi di caffè verde
Selezione dei chicchi di caffè verde. © Eric St-Pierre

Ambiente: Le ultime news

  • I campi di canna da zucchero allagati a causa delle recente alluvione
    Il cambiamento climatico colpisce il Belize
    Scopri di più
  • edgar
    Giornata dell'ambiente: l'orto solidale dei produttori Fairtrade
    Scopri di più
  • storia di Emelia
    Fairtrade torna alle radici per la Giornata mondiale della Terra
    Scopri di più