14 Ottobre 2019

di Valeria Bigliazzi, cooperativa Chico Mendes Modena

Negli ultimi mesi i raccoglitori di noce dell’Amazzonia di Sefenbo (Asociacion de familias extractivistas del norte amazonico de Bolivia) e di Air Muije hanno ultimato la raccolta e l’immagazzinaggio della noce in guscio da inviare alla fabbrica per la lavorazione.

Quest’anno la stagione delle piogge si è prolungata, le piste sterrate e le strade principali sono diventate inagibili e, di conseguenza, il costo dei trasporti è aumentato.

Sefenbo ha raddoppiato comunque la quantità destinata al commercio equo rispetto al 2018 e questo  rafforzerà la sua autonomia e la gestione. Nel direttivo dell’associazione è stata eletta anche una giovane donna, Maricela, della comunità di Gerico: segno che piano piano le donne si stanno facendo strada anche in questo settore, tradizionalmente appannaggio degli uomini.

Un raccoglitore di Sefenbo al magazzino. Copryright Chico Mendes

Prefinanziamento alla produzione

Ma dal 2019 Sefenbo sta lavorando per innovare anche un altro importante settore e sta costituendo un fondo di credito interno. Con il 50% del valore del Premio Fairtrade, ogni comunità ha istituito un piccolo risparmio per i raccoglitori destinato ad anticipare l’acquisto della noce all’inizio della raccolta. Gli anticipi verranno poi restituiti al fondo alla fine della campagna di commercializzazione per ricostituirlo e, sommati ogni anno al 50% del Premio di ogni contratto, costituiranno a breve una riserva consistente che libererà l’organizzazione dalle difficoltà economiche e dai prestiti a tassi altissimi che erogano le banche in questa regione. L’impossibilità di fornire garanzie in termini di beni e terreni (che per legge sono collettivi e inalienabili) rende difficile accedere a crediti a tassi d’interesse normali o agevolati per le organizzazioni in Amazzonia e finora i tassi a cui erano stati ottenuti o proposti erano più alti del 15% annuo.

Le borse di studio per i figli dei raccoglitori

Sefenbo sta inoltre raccogliendo i dati ed  elaborando una lista di candidati per borse di studio e corsi di perfezionamento per soci e figli di soci, per migliorare le loro capacità di gestione, elaborazione di progetti, appoggio tecnico all’interno dell’associazione. Questo progetto sarà realizzato in collaborazione con Fairtrade Italia e Coop Alleanza 3.0 grazie ad una campagna di raccolta punti rivolta ai clienti.

Sefenbo ha per ora un solo cliente Fairtrade, la Coop Chico Mendes di Modena, ma presto aumenterà la sua capacità di raggiungere altri mercati europei. Il marchio Fairtrade fa davvero la differenza per i soci di Sefenbo!

Vuoi che ti spediamo la prossima news via email?

Una volta al mese ti racconteremo una nuova storia del commercio equo e solidale