La Regione Veneto è un Territorio Equosolidale

È la prima regione in Italia a ricevere il Titolo

Da sinistra: Giuseppe Di Francesco (Fairtrade Italia), Gaga Pignatelli (Equo Garantito), Gabriella D’Amico (Ass. BdM), Silvano Falocco (Fondazione Ecosistemi), Annalisa Bisson (Regione Veneto), Paolo Pastore (Fairtrade Italia), David Cambioli (Equo Garantito)

Nel contesto del “Forum Compraverde Buygreen” (19 e 20 ottobre, Roma), l’attivismo del Veneto e dei suoi cittadini sulle tematiche del commercio equosolidale è diventato un modello al cospetto di amministratori pubblici provenienti da tutto il paese. Fairtrade Italia, Equo Garantito e Associazione Botteghe del Mondo, organizzazioni promotrici della campagna “Territori Equosolidali”, hanno consegnato alla dr.ssa Annalisa Bisson, Direttrice Relazioni Internazionali della Regione Veneto, il riconoscimento di “Territorio Equosolidale”.

Tra le prime Regioni in Italia, dal 2010 il Veneto si è dotato di una “Legge Regionale del Commercio Equo e Solidale” (Legge Regionale n. 6/2010) e riconosce il ruolo di promozione sociale che svolgono le 19 organizzazioni attive in tutte le province. Attraverso il finanziamento ai progetti presentati dalle organizzazioni di Commercio Equo e Solidale, supporta ogni anno la realizzazione di iniziative e laboratori all’interno delle scuole, favorisce la formazione degli operatori, fiere, rassegne culturali e altre iniziative che si occupano della promozione del consumo critico, dei diritti dell’uomo e dell’ambiente nelle filiere agricole globali.


Territori Equosolidali è una campagna internazionale promossa nel nostro Paese da Fairtrade Italia, Equo Garantito e Associazione Botteghe del Mondo. È un’opportunità concreta che regioni e comuni hanno di unirsi ad altri Territori, sviluppare e rendere visibili le iniziative della collettività a favore del Commercio Equo e Solidale e degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs – Agenda 2030). Territori Equosolidali opera in continuità con la campagna internazionale Fair Trade Towns che in tutto il mondo coinvolge oltre 2.000 enti locali, in più di 30 paesi, dal Canada al Brasile, dal Camerun all’Australia, dal Libano al Costa Rica, passando per tutto il vecchio continente.

Lovanio, comunità Fairtrade

In Veneto hanno sede circa 50 botteghe di Commercio Equo e Solidale, sono attivi circa 1.000 volontari e volontarie, operano organizzazioni di importazione di prodotti del Fair Trade, hanno sede gli enti di rappresentanza nazionale ed internazionale del movimento equosolidale, come Fairtrade Italia, Equo Garantito e Associazione Botteghe del Mondo. Con la formulazione della “Legge Regionale del Commercio Equo e Solidale” tutti gli attori sono raccolti all’interno della rete “Veneto Equo”.


Il Titolo è stato consegnato da Giuseppe Di Francesco, Presidente di Fairtrade Italia, in rappresentanza dei promotori della campagna. “A nome di tutte le organizzazioni di Commercio Equo e Solidale che operano in Italia e nella Regione Veneto, siamo orgogliosi di conferire questo riconoscimento” ha dichiarato Di Francesco. “È la testimonianza delle sinergie e partnership che da oltre un decennio arricchiscono di valori la nostra Regione e i nostri concittadini. È il segno dello straordinario lavoro di una rete di persone che ha trovato amministratori estremamente ricettivi nei confronti del proprio territorio e della sua vocazione internazionale. Ci auguriamo che il modello di sinergie realizzato in Veneto possa essere replicato anche in altre Regioni italiane”.

Annalisa Bisson, Direttrice Relazioni Internazioni della Regione Veneto e Giuseppe Di Francesco, Fairtrade Italia

Il Presidente della Regione Luca Zaia ha commentato così la consegna del titolo: “Il Veneto è la prima Regione italiana a ricevere questo premio ed è stata la prima regione a dotarsi di una legge sulla promozione e la tutela dell’intera filiera del Commercio Equo e solidale. Quella di oggi è quindi la conferma di un impegno condotto da anni nel favorire una migliore informazione nei confronti dei consumatori, orientandoli alla consapevolezza di acquisti responsabili e sostenibili. L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile ci chiama a nuove sfide globali: le Regioni e gli enti locali devono quindi guardare sempre più ad un contesto internazionale e ad un confronto che coinvolge una pluralità di soggetti. Essere consumatori consapevoli non significa solo compiere scelte individuali ma anche poter avere voce in capitolo sull’economia mondiale”

“Il Commercio Equo e Solidale – ha concluso David Cambioli, presidente di Equo Garantito – è un’alternativa concreta di consumo responsabile che propone pratiche commerciali più eque e sostenibili, alla portata di tutti i cittadini e le cittadine. L’auspicio, quindi, è che il titolo di Territorio Equosolidale alla Regione Veneto sia un primo passo per continuare a promuovere su un territorio già sensibile e attento a queste tematiche azioni di solidarietà, rispetto per le persone e per l’ambiente, supporto all’esperienza del Commercio Equo e Solidale”.

Qui il comunicato ufficiale della Regione Veneto

Fairtrade: Le ultime news

  • Fast Fashion: le conseguenze ambientali e sociali e come fare scelte consapevoli
    Fast Fashion: le conseguenze ambientali e sociali e come fare scelte consapevoli
    Scopri di più
  • L'UE rende obbligatoria la due diligence. Ora è il momento di agire e renderla efficace.
    L'UE rende obbligatoria la due diligence. Ora è il momento di agire e renderla efficace.
    Scopri di più
  • Fairtrade per una due diligence più fair
    Fairtrade per una due diligence più fair
    Scopri di più