In Fairtrade Italia anche lo smartphone aziendale è etico

Quando parliamo di consumo responsabile, di prodotti che rispettano i lavoratori e l’ambiente, le prime cose che ci vengono in mente sono cibo, vestiti, mezzi di trasporto. Ma c’è una cosa che usiamo molto più spesso e che forse non ci siamo mai chiesti come sia stato realizzato: il nostro cellulare.

Fairphone, modello 3 Plus

Noi di Fairtrade Italia crediamo che anche i dispositivi che utilizziamo per lavorare e comunicare debbano rispondere a requisiti etici.

Ed è per questo che abbiamo scelto il Fairphone come telefono aziendale per il nostro staff.

Lo smartphone più sostenibile al mondo

Sono tre le principali caratteristiche che rendono Fairphone lo smartphone più sostenibile al mondo:

  • l’uso di materiali riciclati, da fonti equosolidali e di minerali non provenienti da zone di conflitto
  • il pagamento di uno stipendio adeguato al costo della vita agli operai
  • il design modulare e riparabile

Pensiamo alle materie prime utilizzate: all’interno dei nostri smartphone ci sono dozzine di minerali tra cui l’oro, che viene usato nei circuiti stampati (PCB) e in altri componenti per la sua eccellente conduttività.

Cooperativa di minatori d’oro Santiago, parte di Cecomsap, Ananea, Puno, Perù.
Foto: Eduardo Martino

Non tutto l’oro luccica

Il 12% – 15% dell’oro a livello mondiale proviene da piccole miniere artigianali. Ma, poiché ottenere i diritti di estrazione e registrare legalmente le miniere artigianali richiede un complesso iter burocratico, molte di queste attività sono illegali.

La conseguenza è che non sono controllate e non rispettano le norme di sicurezza e di tutela della salute dei lavoratori e dell’ambiente.

Un altro grave problema è lo sfruttamento del lavoro minorile: secondo un rapporto di Human Rights Watch oltre un milione di bambini lavora nelle miniere.

Infine il prezzo dell’oro: quello estratto da questi minatori viene pagato fino al 30% in meno del prezzo di mercato fissato dal London Bullion Market (LBMA).

I lavoratori della cooperativa mineraria Santiago, Perù, estraggono l’oro con il mercurio.
Foto: Eduardo Martino

Estrarre oro in maniera responsabile si può

Tuttavia, in diversi Paesi in via di sviluppo il lavoro nelle miniere artigianali di oro rappresenta un’importante fonte di reddito per i minatori, le loro famiglie e le comunità di provenienza.

La buona notizia è che esistono diverse miniere artigianali su piccola scala che hanno dimostrato di poter soddisfare standard ad alte prestazioni e contribuire positivamente allo sviluppo locale.

La risposta dell’oro Fairtrade

Fairtrade ha elaborato uno Standard per le piccole organizzazioni di minatori che prevede di lavorare in luoghi più salubri, relazioni di lunga durata con i compratori, opportunità di mercato, tracciamento dell’oro dal minatore al cliente finale.

Lo Standard Fairtrade per l’oro esige che il prezzo pagato sia pari ad almeno il 95% della quotazione della LBMA.

In più, le cooperative di oro Fairtrade ricevono il Premio da investire per migliorare la qualità della vita della comunità: costruzione di scuole e ospedali, accesso all’acqua, costruzione di infrastrutture per il trasporto.

Il Fairphone contiene oro Fairtrade

Fairphone è la prima azienda di elettronica a utilizzare oro Fairtrade nei suoi smartphone e a impegnarsi direttamente con le miniere artigianali da cui lo acquista.
Dalla formazione in materia di salute e sicurezza, all’accesso alle attrezzature per migliorare la produttività a tecniche estrattive rispettose dell’ambiente.

Promuovere scelte di acquisto sostenibili è ciò che fa Fairtrade e scegliere strumenti tecnologici etici risponde alla nostra missione.

Fairphone 3 Plus è affidabile e ha prestazioni eccellenti che soddisfano le esigenze del nostro personale, e lo fa nel totale rispetto delle persone e dell’ambiente lungo la filiera: è perfetto!

News: Le ultime news