Il Programma Fairtrade in Africa Occidentale per il cacao è efficace

La Valutazione sui risultati del Programma ha rilevato che le cooperative di contadini coinvolte sono più forti

© Francis Kokoroko – Coltivatori di cacao della cooperativa Edwinase in Ghana

Uno degli strumenti con i quali Fairtrade cerca di affrontare le sfide che riguardano la produzione del cacao in Africa Occidentale, in particolar modo in Ghana e Costa d’Avorio, è il Programma Fairtrade per il cacao (WACP), nato con l’obiettivo di rafforzare le organizzazioni dei produttori e renderle più sostenibili ed efficienti sia nei confronti delle necessità dei loro soci che dei partner commerciali. Nella pratica il Programma offre formazione, affiancamento e consulenza a più di 230 cooperative di coltivatori e ai loro soci; e un sottogruppo di circa 30 di esse, riceve in aggiunta un set di servizi per professionalizzarsi ancora maggiormente a livello aziendale e aumentare la propria resilienza.

A 5 anni dal lancio, Fairtrade International e Fairtrade Africa hanno commissionato ad Afriqinsights, un’azienda panafricana di consulenza, una ricerca sull’andamento del Programma. E secondo la Valutazione che è stata condotta, c’è una chiara evidenza dei benefici tangibili che il WACP ha portato ai piccoli coltivatori di cacao: lo sviluppo delle organizzazioni, tra cui una migliore governance; una gestione più sicura delle risorse finanziarie; la pianificazione strategica e una partecipazione più attiva dei soci.

© Francis Kokoroko – Corsi di formazione presso la coop. Edwinase, in Ghana, sensibilizzano i coltivatori sui rischi per i bambini in campagna

Si tratta un risultato molto positivo per Fairtrade: la ricerca dimostra che quando le organizzazioni sono gestite meglio, e i soci più coinvolti e informati, le prime si sentono emancipate come aziende e i secondi diventano partecipi del loro sviluppo. Fairtrade e i suoi partner da tempo sostengono che questo sia fondamentale per costruire relazioni commerciali di lungo periodo con i clienti, per accedere ai mercati Fairtrade in modo continuativo e duraturo, per aumentare i redditi dei contadini e in generale per fare dei progressi verso redditi più dignitosi.

“Condividiamo le raccomandazioni che ci arrivano dalla Valutazione sul Programma: più aziende del settore cioccolato dovrebbero impegnarsi nell’implementazione di una strategia sul reddito dignitoso, aumentando l’efficienza delle realtà agricole, e di conseguenza, dei raccolti, assicurando contratti di lungo periodo e prezzi più alti agli agricoltori” ha dichiarato Jon Walker, Senior Adviser a Fairtrade International per il Cacao, aggiungendo che alcuni brand leader del mercato stanno già implementando aspetti di questa strategia.

“Cooperative ben gestite, e che applicano criteri democratici, costituiscono il presupposto migliore per assicurare che i contadini abbiano una voce più forte nelle trattive commerciali, e che abbiano le conoscenze e le risorse per affrontare i problemi che riguardano la violazione dei diritti umani nelle loro comunità” ha dichiarato Anne-Marie Yao, West Africa Regional Cocoa Manager di Fairtrade Africa. “Il Programma Fairtrade per il cacao in Africa occidentale contribuisce a creare coscienza sui diritti dei bambini e sulla parità di genere tra i contadini, e favorisce l’implementazione di iniziative fondamentali, come politiche di genere e sistemi partecipati di monitoraggio e cura sul lavoro minorile, che hanno effetti positivi sulle comunità”.

Scarica West Africa Cocoa Program Evaluation – EN
Scarica Évaluation du Programme cacao en afrique de l’ouest

Fairtrade: Le ultime news

  • L'equità digitale, secondo Fairtrade
    Scopri di più
  • Al via una nuova iniziativa Mars-Fairtrade per i coltivatori di cacao
    Scopri di più
  • Arriva il nuovo prezzo Fairtrade per il caffè dell’Indonesia
    Scopri di più