Firma la petizione per sostenere la voce degli agricoltori a COP26

I contadini e i lavoratori Fairtrade chiedono un’azione urgente ai leader globali: rispettate gli impegni presi sul clima!

Il cambiamento climatico sta già danneggiando gravemente la vita e la sopravvivenza delle comunità di agricoltori che coltivano la maggior parte del cibo di cui ci nutriamo. Sono in prima linea dentro una crisi che sta peggiorando e di cui non sono stati la causa. Vittime di un commercio ingiusto, non riescono a guadagnare abbastanza per adattarsi ai rapidi cambiamenti atmosferici.

Per questo un milione e 800 mila contadini e lavoratori Fairtrade stanno chiedendo ai politici che parteciperanno al summit COP26 di mantenere la loro promessa sul clima. E sfidano i leader a investire nell’esperienza delle loro comunità a contatto con la realtà della crisi climatica tutti i giorni.

In una lettera, firmata dai coordinamenti degli agricoltori e lavoratori Fairtrade di Asia, Africa e America Latina, chiedono che i Paesi più ricchi siano trasparenti rispetto alle loro emissioni e lavorino insieme per creare impegni commerciali e leggi che incoraggino gli investimenti in soluzioni sostenibili che molti agricoltori Fairtrade praticano ormai da tempo.
I contadini e i lavoratori Fairtrade sanno che se non ci facciamo sentire ora, sarà ormai troppo tardi.

Vuoi unirti a loro nella sfida di spingere i nostri politici a mantenere gli impegni sul clima? Firma la petizione!

Da sinistra: Rachael Banda, della Phata Outgrowers Coop, Malawi e Salina Marindany, Kipkelion, Kenya / © Fairtrade Foundation

Ecco in sintesi cosa chiedono gli agricoltori e i lavoratori Fairtrade ai politici:

  • Assicurare che i 100 miliardi di dollari all’anno che hanno stanziato per affrontare la crisi climatica raggiungano chi ne ha più bisogno. 
  • Prendersi la responsabilità delle emissioni prodotte dal trasporto aereo e navale internazionale nei loro impegni per il taglio dell’impronta di carbonio.
  • Fare accordi commerciali che sostengano prodotti equi con una bassa impronta di carbonio che permettano ai contadini di investire in aziende agricole sostenibili.
  • Rafforzare le regole, ovvero fare in modo che le aziende investano in filiere eque e sostenibili e costringere quelle che non sono in regola ad assumersi le proprie responsabilità.  

Leggi la versione completa della Lettera degli agricoltori e dei lavoratori Fairtrade e firma la petizione!

 

Ambiente: Le ultime news

  • Fairtrade e il cambiamento climatico: allarme da un nuovo studio
    Scopri di più
  • Cambiamento climatico: una serie radiofonica supporta gli agricoltori
    Scopri di più
  • Giornata dell’ambiente: una nuova guida per la resilienza climatica
    Scopri di più