#Fairtradechallenge: 40.000 supporter per il commercio equo

15 maggio 2018

40.000 grazie! Uno per ciascuno dei partecipanti che nello scorso weekend hanno aderito alla Grande Sfida Fairtrade a supporto dei produttori agricoli dei Paesi in via di sviluppo, organizzando un evento e condividendolo sui social network con l’hashtag #fairtradechallenge. Con 185 eventi registrati sul sito www.fairtradechallenge.org l’Italia si è così posizionata seconda nella classifica dei Paesi partecipanti.

I nostri social sono stati invasi da centinaia di foto di tavole imbandite e selfie con lo slogan “Con la mia pausa caffè posso cambiare il mondo” (ecco una selezione). Per tutto il weekend abbiamo vissuto con voi break al lavoro, colazioni in famiglia, aperitivi con gli amici, merende a scuola e pic-nic all’aperto. A Milano, in piazzale Giulio Cesare, si è materializzato un puzzle gigante da ricostruire nel minor tempo possibile per avere in cambio un buono-caffè.

Ringraziamo gli oltre 100 bar ed esercizi commerciali che per l’occasione hanno organizzato degli eventi specifici: dai locali Bistrot, il format di Autogrill, ai White Bakery, i locali in stile americano presenti in centro Italia, ai circoli Arci, alle botteghe.

Le titolari di Panperduto, caffetteria di Somma Lombardo che ha aderito alla campagna, raccontano che “Quando abbiamo aperto il nostro locale qualcuno ci prendeva in giro perché non avevamo la Coca Cola… adesso invece ci scelgono proprio perché siamo diversi, coraggiosi e diamo valore ai prodotti che hanno un valore in più e rispettano i diritti dei lavoratori”.

Grazie anche alle nostre tre ambasciatrici Rosaria Renna, che ha offerto un tè Fairtrade ai colleghi di Radio Montecarlo, Chiara Maci che ci ha regalato una ricetta con il riso rosso Fairtrade e Tessa Gelisio che ci ha dedicato una pausa caffè molto social.

La #fairtradechallenge è un evento internazionale che ha coinvolto quasi 700.000 persone in tutto il mondo. Il CEO di Fairtrade International Dario Soto Abril ha detto: “Siamo molto felici che così tante persone in tutto il mondo abbiano manifestato il proprio sostegno ai piccoli produttori dei paesi in via di sviluppo. Oltre 1,6 milioni di agricoltori e lavoratori oggi beneficiano delle condizioni Fairtrade, questo non significa che ci fermeremo qui. Vogliamo che molti di loro siano in grado di guidare il cambiamento nelle proprie comunità e vogliamo intensificare il nostro supporto affinché raggiungano condizioni di vita dignitose. Avere il supporto di un movimento globale è vitale per questa sfida che Fairtrade intende vincere.”