Fairtrade risponde al Guardian

25 Luglio 2019

La risposta di Fairtrade all’articolo del Guardian “Is fair trade finished?”

Il commercio equo è lontano dell’estinzione, come potranno testimoniare milioni di agricoltori, lavoratori, aziende e consumatori che credono nella costruzione di un commercio giusto. Il commercio equo finirà solo quando un commercio equo e giusto sarà la norma e non l’eccezione.

La certificazione Fairtrade ha portato benefici tangibili per i contadini e i lavoratori in tutto il mondo. Raggiungere accordi commerciali migliori per gli agricoltori e i lavoratori dei paesi in via di sviluppo è sempre stato e sempre sarà il cuore della missione di Fairtrade. Fairtrade è l’unico standard di sostenibilità indipendente che offre ai produttori una rete di sicurezza essenziale, stabilendo un Prezzo minimo per tutte le principali materie prime. Il Premio Fairtrade fornisce un fondo addizionale ai contadini e ai lavoratori, che possono investire in quello che ritengono più necessario.

Tuttavia, Fairtrade non ha mai preteso di poter risolvere gli squilibri del mercato mondiale da sola o che la sola certificazione fosse la risposta alla povertà e ad altre sfide delle filiere globali. Fairtrade restituisce più valore ai contadini e ai lavoratori, in modo che possano ottenere una quota più equa dei benefici del commercio globale.

Sempre più imprese stanno lavorando con Fairtrade e ci sono partner che continuano ad accrescere i loro impegno. Le vendite di prodotti Fairtrade continuano a crescere, portando impatto agli agricoltori dei paesi in via di sviluppo.