A Modena, trent’anni dopo la scomparsa di Chico Mendes

15 ottobre 2018

“30 anni dopo Chico Mendes, 15 anni insieme”. Si apre con questo titolo il seminario organizzato dalla cooperativa Chico Mendes di Modena, in occasione dell’anniversario della scomparsa di Chico Mendes (1944-1988), sindacalista e ambientalista brasiliano, i cui valori di giustizia sociale e rispetto dell’ambiente, sono da sempre alla base dell’attività della cooperativa nell’ambito del commercio equo e solidale.

L’iniziativa, prevista giovedì 18 ottobre, ore 10.00, presso il polo didattico dell’Università di Economia di Modena di viale Fontanelli 11, vedrà la partecipazione di Enrico Giovannetti, professore di politica economica, Valeria Bigliazzi, responsabile progetti di Coop. Chico Mendes, Giorgio Prampolini, vicepresidente di Fairtrade Italia e Adriano Turrini, presidente di Coop Alleanza 3.0.

Chi era Chico Mendes

Raccoglitore di caucciù dello stato dell’Acre nell’Amazzonia Brasiliana, Chico Mendes lottò tra gli anni ’70 e ’80 per la conservazione e l’uso sostenibile della foresta, unica fonte di vita e di reddito per migliaia di famiglie. Assassinato nel 1988, ancora oggi resta il simbolo di una politica di sviluppo sostenibile, capace di rendere compatibile la crescita economica con la tutela dell’ambiente e dei diritti umani; un principio che da 15 anni guida il lavoro della cooperativa Chico Mendes, impegnata nell’importazione diretta di frutta secca in Italia grazie a contratti annuali con organizzazioni autogestite sorte in Sud America, che hanno trovato nel commercio equo certificato Fairtrade e Biologico uno sbocco per il loro lavoro, per l’affrancamento dagli intermediari e per la conservazione della foresta.

La conferenza, aperta a tutti gli studenti, sarà quindi dedicata al pensiero di Chico Mendes e all’attualità delle sue battaglie, ma sarà anche occasione per fornire una visione più ampia su queste attività, supportata dall’analisi degli ultimi dati relativi al commercio equo e solidale in Italia.

A chiudere l’incontro sarà la proiezione di un video realizzato dalla cooperativa modenese dedicato alla storia di Chico Mendes e dell’Amazzonia brasiliana, dagli anni ’70 a oggi, che aiuterà a riscoprire la foresta pluviale come luogo di produzione e utilizzo ottimale delle risorse, dove è ancora possibile lo sviluppo di un’economia più sostenibile, in grado di preservare la natura e di garantire al tempo stesso la sopravvivenza delle comunità presenti sul territorio.