Donne a scuola di consapevolezza con Fairtrade

Una percentuale che va dal 60 all’80 per cento di quello che mangiamo è coltivato dalle donne che molto spesso non possono accedere alle risorse generate dal loro duro lavoro.

Ufficialmente, le donne rappresentano il 25 per cento delle coltivatrici e dei coltivatori del sistema Fairtrade. Ma è impossibile avere un’idea precisa del loro numero, dal momento che molto spesso sono gli uomini (mariti o parenti maschi) a figurare come proprietari. Per motivi culturali, in troppi Paesi ci si dimentica di loro quando si tratta di nominare persone in ruoli di leadership.
La sfida di Fairtrade, in linea con gli Obiettivi dell’Agenda 2030, è quella che siano invece rappresentate e che la loro voce sia ascoltata.
Per questo dedichiamo questa Giornata internazionale della donna alle leader che ci sono e a quelle che verranno. Fairtrade, in tutto il mondo, le accompagna attraverso un percorso di formazione con almeno 3 obiettivi.

1. Diventare leader

È l’obiettivo primario delle Scuole di leadership Fairtrade: attraverso la consapevolezza dei propri diritti e l’acquisizione di competenze in ambito di gestione economica e finanziaria, le donne sono in grado di prendere in mano la propria vita, di fare delle scelte, di emanciparsi. È questo il cuore del programma delle 3 scuole di leadership partite in El Salvador con più di 100 partecipanti. Dal 2018, altre scuole sono state avviate in Messico, Belize, Costa Rica, Nicaragua, Repubblica Dominicana, Guatemala, Honduras, Cuba, Haiti, Giamaica, Ecuador, Colombia, Perù e Bolivia. Promosse dal Coordinamento dei produttori dell’America Latina e dei Caraibi, hanno fornito strumenti che facilitino la consapevolezza e cerchino opportunità paritarie e di inclusione per le donne nelle organizzazioni.

2. Condividere il sapere

“Ho partecipato al corso e ho acquisito competenze sulla parità di genere, l’educazione finanziaria, la scrittura dei progetti, la comunicazione e il team building. Ho condiviso quello che ho imparato tra le donne del mio villaggio. Intervengo in pubblico e ho imparato come esprimere quello che penso”, dice Irisalieva Uulkan, che è stata insignita del suo diploma come le altre partecipanti (coltivatrici di cotone e noci) alla Scuola di leadership di genere in Kyrgzstan il 22 dicembre 2020. Durante il corso, durato un anno, le donne hanno imparato il concetto di uguaglianza e quali siano i loro diritti, acquisendo competenze e modalità di controllo e gestione delle risorse. Un’importanza particolare ha rivestito la finanza, la negoziazione e la possibilità di richiedere fondi per progetti. Anche gli uomini sono stati invitati a partecipare al training per comprendere meglio il concetto di equità di genere e come supportare le donne quando tocca a loro prendere la parola, perseguire e assumere ruoli gestionali nelle organizzazioni di produttori. Un aspetto chiave di questo corso è stato che gli stessi partecipanti siano stati certificati come formatori in modo da essere in grado di trasferire quello che avevano imparato sui problemi di genere alle loro stesse organizzazioni e comunità. Formare donne e uomini a diventare formatori con un “effetto onda” accresce maggiormente la consapevolezza nelle aree rurali dove questo sbilanciamento sembra quasi scolpito nella pietra.

La scuola di Leadership del Kyrgzstan è stata lanciata dalla Napp (Fairtrade Network of Asia & Pacific producers) e cofinanziata dal progetto EC Framework Partnership Agreement con l’obiettivo di offrire un’educazione di genere paritaria e rafforzare la posizione delle donne nelle loro comunità. Nel 2021 la Napp sta pianificando di attivare altri corsi di formazione nella regione, in Paesi come Pakistan e Indonesia.
“Non avevo affatto capito che l’uguaglianza di genere non vuol dire solo proteggere i diritti delle donne. Sto lavorando come insegnante e posso condividere quello che so con gli studenti. Se spieghiamo questo concetto ai bambini, credo che saranno in grado di utilizzarlo correttamente” dice Zholodshova Mavliude, socia di Bio Farmer Coop che produce cotone biologico e Fairtrade.

“Non avevo affatto capito che l’uguaglianza di genere non vuol dire solo proteggere i diritti delle donne. Sto lavorando come insegnante e posso condividere quello che so con gli studenti. Se spieghiamo questo concetto ai bambini, credo che saranno in grado di utilizzarlo correttamente”.

Zholodshova Mavliude, socia di Bio Farmer Coop che produce cotone biologico e Fairtrade

3. Avere il coraggio di esporsi

Per le donne, alzarsi in piedi davanti a tutti in una riunione ed esprimere il proprio punto di vista può essere un grosso problema.
“Mi sono data da fare per convincere i soci della cooperativa che ero la persona giusta per il ruolo di portavoce, raccontando loro quello che ho imparato alla Scuola di leadership delle donne” racconta Yadua Adringra dell’Associazione delle donne della cooperativa di coltivatori di cacao Cayat, in Costa D’Avorio. “Non è stato un problema alzarsi di fronte a tutti. Ora ho l’opportunità di continuare a formare altre donne su come diventare portavoce”. Le scuole di leadership di Fairtrade hanno avuto origine in Africa quando a giugno 2017, 19 donne e 3 uomini si sono diplomati attraverso un percorso strutturato da Fairtrade Africa in partnership con Compass Group UK e Irlanda.
Nelle scuole di leadership si insegnano anche materie come competenze relazionali, autostima, fiducia in sé stesse. Tutti fattori fondamentali per diventare persone capaci di guidare un’organizzazione.
Molte di queste donne, elette in posizioni di responsabilità, hanno sviluppato Comitati di donne con le loro cooperative e hanno iniziato progetti per migliorare il loro reddito come gruppi di risparmio e progetti di diversificazione delle entrate. Da questo gruppo, sono partiti a cascata altri corsi di formazione rivolti alle donne e agli uomini delle cooperative di coltivatori di cacao Fairtrade.

Le scuole di leadership non sono le uniche attività che organizza Fairtrade per promuovere il ruolo della donna e difenderne i diritti: attraverso la nostra strategia di genere, cerchiamo di cambiare culture, idee e pregiudizi.

Donne: Le ultime news

  • Fairtrade per le donne nelle serre dei fiori dell'Ecuador
    Scopri di più
  • rose fair
    4 motivi per cui regalare rose Fairtrade è un gesto d’amore vero
    Scopri di più
  • I diritti delle donne sono diritti umani
    Scopri di più