Fairtrade e International Trade Center siglano un nuovo accordo

Il 20 febbraio, a Ginevra le due organizzazioni hanno firmato un agreement per lo sviluppo e il supporto ai piccoli agricoltori.

Fairtrade, il marchio più riconosciuto al mondo nell’ambito della giustizia sociale e l’International Trade Center (ITC), agenzia che mette insieme l’Organizzazione mondiale del commercio e delle Nazioni Unite, hanno annunciato una partnership allargata con l’obiettivo di supportare i contadini e i lavoratori agricoli a diversificare le coltivazioni e ad accedere a nuovi mercati, per il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030, hanno dichiarato le due organizzazioni.
La partnership allargata, i dettagli della quale sono precisati in un Memorandum di intesa firmato da Sandra Uwera, Global CEO di Fairtrade, Renato Isella, CEO di Max Havelaar e il direttore esecutivo di ITC, Pamela Coke-Hamilton, vedranno entrambe le organizzazioni velocizzare il loro lavoro nel promuovere una sostenibilità migliore nei confronti degli agricoltori e dei lavoratori agricoli nel mondo, che consentirà loro di inserirsi meglio nel panorama commerciale globale. La collaborazione prevede il potenziamento del lavoro in una serie di aree: la diversificazione nelle aziende agricole in modo che possano affrontare crescenti sfide in ambito agroecologico e socioeconomico; le tematiche di genere, del miglioramento della situazione per donne e giovani; l’adattamento al cambiamento climatico e la biodiversità; il rafforzamento delle organizzazioni; le competenze finanziarie e della gestione commerciale; e la costruzione di capacità delle organizzazioni di produttori di organizzare e mantenere i propri sistemi di monitoraggio e risposta rispetto alla dovuta diligenza sui diritti umani e ambientali o HREDD.

Una collaborazione di lungo periodo

“Sono entusiasta di vedere Fairtrade e ITC riprendere e sviluppare la proficua collaborazione di lunga data tra le nostre organizzazioni. Insieme, possiamo lavorare con una rinnovata proposta in modo che contadini e lavoratori agricoli nel mondo possano raggiungere gli SDGs” ha detto Sandra Uwera a seguito della firma dell’accordo presso la sede di ITC a Ginevra, in Svizzera. “Mancano 7 anni all’Agenda 2030 e contadini e lavoratori agricoli sono una parte fondamentale per assicurarci di stare dentro il raggiungimento di un futuro sostenibile per tutti” ha continuato Uwera. “L’ampliamento della partnership tra Fairtrade e ITC contribuirà a garantire l’erogazione di un supporto fondamentale che consentirà alle organizzazioni di prendere le giuste decisioni mentre lavorano in modo sostenibile nei loro processi e raggiungere un accesso migliore al mercato per i loro prodotti”.
Fairtrade e ITC collaborano da tempo alla promozione del commercio etico e alla difesa dei temi della sostenibilità presso i principali stakeholder mondiali. Inoltre, negli ultimi anni i due organismi internazionali hanno lavorato a stretto contatto in numerose pubblicazioni così come alla Mappa della sostenibilità dell’ITC – uno strumento unico che offre dei parametri di riferimento per gli standard volontari di sostenibilità. Inoltre entrambe hanno collaborato a livello programmatico ai progetti sulla catena del valore in Ghana, Etiopia e America Latina.
La collaborazione con l’iniziativa A4A (Alliances for Action) è stata molto fruttuosa e insieme abbiamo potuto creare progetti di catena del valore con un vero carattere di innovazione e impatto” ha commentato Renato Isella, CEO di Max Havelaar. “Siamo contenti di portare a un livello successivo questa partnership con l’obiettivo di portare a bordo più partner e risorse aggiuntive in modo che ne possano beneficiare ancora più produttori”.

Nuove prospettive per il futuro

Sulla base di questa storia di partnership di successo, il nuovo accordo tra Fairtrade e ITC fornisce la cornice di lavoro per ulteriori collaborazioni poiché le organizzazioni prevedono di incrementare i loro attuali sforzi nei settori del cacao, del caffè e di altre catene del valore, nonché di coinvolgere partner commerciali e nuovi stakeholder in partnership pubblico – privato per affrontare le priorità di sostenibilità dei produttori. Oltre a questi sforzi pianificati, la partnership supporterà le organizzazioni nell’accedere a nuovi canali distributivi, sia a livello locale che internazionale in modo da raggiungere nuovi mercati e rafforzare le loro finanze. “La nostra partnership con Fairtrade arriva al cuore di quello che facciamo che consente ai produttori dei Paesi in via di sviluppo di risalire la catena del valore,entrare in nuovi mercati e guadagnare redditi più alti, per vivere una vita migliore” ha detto il direttore esecutivo di ITC, Pamela Coke-Hamilton. “Non vedo l’ora di espandere la nostra collaborazione per raggiungere nuovi settori e regioni”.

Fairtrade: Le ultime news

  • Dal 10 al 12 maggio torna la Grande Sfida Fairtrade
    Dal 10 al 12 maggio torna la Grande Sfida Fairtrade
    Scopri di più
  • Banane Fairtrade: nuovi criteri di accesso alla certificazione per i produttori
    Banane Fairtrade: nuovi criteri di accesso alla certificazione per i produttori
    Scopri di più
  • A Fairtrade il Premio "Bilancio di sostenibilità"
    A Fairtrade il Premio "Bilancio di sostenibilità"
    Scopri di più