7 Marzo 2020

Oggi incontriamo Mary Nsiah e Abena Boame, che sono cresciute come contadine e leader nelle loro cooperative grazie all’aiuto del Fairtrade West Africa Cocoa programme.

L’equità di genere e la consapevolezza delle donne sono gli obiettivi dell’SDG 5 delle Nazioni Unite. Che cosa significa in pratica in molte delle comunità rurali che coltivano il cibo nel mondo? Se chiedete a Mary Nsiah che cosa è per lei la consapevolezza, lei punterebbe sulle opportunità di leadership e sul fatto di avere più autorità nella sua cooperativa Asunafo, nel Nord del Ghana. “Inizialmente le donne non potevano esprimere la loro opinione nelle riunioni, dice. I ruoli di responsabilità venivano assegnati solo agli uomini. Adesso invece sono diventata anche presidentessa della Duase Society, una cooperativa più piccola all’interno del sindacato dei grandi agricoltori”.

West Africa cocoa Programme

Il cambiamento è avvenuto in larga parte grazie al Fairtrade West Africa cocoa Programme. Gli Standard Fairtrade obbligano a un trattamento paritario delle donne e proibiscono la violenza e le molestie. Alle cooperative è inoltre richiesto di sviluppare una politica di genere in direzione dell’uguaglianza e che le impegni a rendere consapevoli le donne. Devono inoltre identificare specifici piani per incrementare  la partecipazione delle donne e i benefici derivati da Fairtrade.

Oltre ai diritti e alle norme esplicitati negli Standard, le organizzazioni dei produttori ricevono supporto e formazione dal Fairtrade West Africa cocoa Programme per integrarli nella cultura di ciascuna organizzazione e comunità. Edward Akapire, responsabile del network dei produttori del West Africa, sottolinea che il programma di lavoro comprende attività per aumentare la consapevolezza sui problemi legati al genere e supporta le organizzazioni di produttori a includere e integrare le donne più pienamente tra i loro membri e nei meccanismi decisionali. Nel 2019 il programma di attività ha raggiunto più di 34.000 contadini, un quarto dei quali donne. Quest’anno, 260 organizzazioni di produttori riceveranno supporto dal Programma. Di queste, 28 stanno usufruendo di formazione aggiuntiva e di visite di supporto da parte dello staff su diversi argomenti per aumentare gli sforzi per l’uguaglianza di genere, per le buone pratiche agricole, per l’adattamento al cambiamento climatico, per la gestione finanziaria e molto altro.

La Scuola di leadership

Edward punta ad altri progetti in Costa D’Avorio come la Scuola di leadership per le donne che ha aumentato la loro autostima e la fiducia in se stesse , appoggiandole nella conoscenza dei loro diritti, delle loro competenze finanziarie e nella gestione delle aziende agricole e supportando altre donne agricoltrici. Secondo Edward, più di 60 donne tra le partecipanti alla Scuola hanno acquisito risorse in modo da poter “offrire supporto alle loro cooperative e coinvolgersi in attività di generazione di reddito”.

Oggi Mary dice che il Fairtrade West Africa cocoa programme ha giocato un ruolo importante nel sostenere le donne di Asunafo Nord. Un’altra coltivatrice di cacao, Abena Boame, è d’accordo. È la tesoriera  di Anwian Society e presidente del Comitato ambientale del sindacato degli agricoltori del cacao di Anwiam, che è una società di contadini  che fa parte del sindacato dei contadini di Kukuom, una cooperativa certificata Fairtrade del Ghana. “Il programma Fairtrade mi ha dato benefici enormi. Attraverso i loro programmi di formazione, sono diventata più forte e possono gestire in modo efficace la mia azienda per prendermi cura di me stessa e della mia famiglia”.

VUOI SCOPRIRE IL MONDO DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE?

Una volta al mese riceverai la nostra newsletter in cui ti racconteremo le storie dei nostri produttori.