Andare oltre gli stereotipi sulle donne: il quinto pilastro di Fairtrade

12 marzo 2018

Fairtrade lavora per creare una nuova cultura sul mondo femminile: andare oltre gli schemi di inquadramento lavorativo consolidati è uno dei modi in cui cercare di dare alle donne e alle loro comunità una nuova consapevolezza.

5. Interrompere gli stereotipi sul lavoro femminile

Gli schemi tradizionali non hanno ancora definito il diritto ad accedere alla proprietà e il diritto di voto all’interno della comunità ma hanno spesso determinato il tipo di lavoro che le donne possono fare. Mentre uomini e donne possono coltivare la terra e condividere l’onere del lavoro, alcune professioni sembrano rimanere di appannaggio esclusivo degli uomini. Attraverso la costruzione di competenze, Fairtrade sta dando il proprio contributo per cambiare questi stereotipi.

Ronah Peve apiega come avviene il processo di essiccazione del caffè

Un esempio è quello di Ronah Peve, che lavora come responsabile dell’assistenza tecnica della cooperativa Highland Organic Agriculture in Papua New Guinea. Ha preso parte ad un corso di formazione sulla qualità del caffè condotto da Fairtrade Australia – Nuova Zelanda e spiega come questo l’ha aiutata a diventare un modello per la sua comunità, sfidando le regole sulle donne genericamente accettate: “In Papua Nuova Guinea il caffè è un argomento di cui parlano solo gli uomini e il mio lavoro di responsabile della qualità è un lavoro da uomini. Ma ho provato a fare del mio meglio e ora le donne nel villaggio vengono da me a chiedere consigli su come prendersi cura delle loro piante di caffè. Hanno visto che non è solo un lavoro da uomini”.

In Nicaragua

In alcune comunità, le opportunità che ha offerto la certificazione Fairtrade e gli investimenti hanno aumentato nelle donne la consapevolezza di contribuire al reddito familiare attraverso le aziende di loro proprietà. Per esempio, la cooperativa di produttori di noci Del Campo in Nicaragua usa il Premio Fairtrade per supportare le aziende femminili emergenti. Come spiega uno dei membri: “Attraverso il rafforzamento delle donne possiamo migliorare l’economia delle nostre famiglie e diversificare le attività in nuovi mercati: le donne arrivano con nuovi prodotti… sono state loro ad aprire panetterie e ad iniziare l’allevamento dei maiali”.

(continua)