“Nel nostro paese non c’era la tradizione della fermentazione del cacao. Grazie a Fairtrade ora siamo in grado di fermentare il cacao e migliorarne la qualità. Siamo anche riusciti ad ottenere certificazioni biologiche per i nostri prodotti. Tutto ciò ha migliorato la nostra posizione di mercato. Il commercio equo è veramente importante per la sopravvivenza dei nostri associati”

Isidoro de la Rosa Direttore di CONACADO

La Repubblica Dominicana è il secondo paese più povero dei Caraibi. La cooperativa CONACADO è sorta nel 1985, per riuscire a migliorare le condizioni di vita dei piccoli produttori e delle loro famiglie attraverso la vendita del cacao nel mercato mondiale. L’organizzazione ha la sua sede nella capitale, ma opera in tutto il paese attraverso sette organizzazioni regionali, arrivando a rappresentare la principale azienda esportatrice di cacao del Paese e tra le dieci più grandi al mondo. Ha ricevuto la certificazione Fairtrade nel 1995, e da allora vende circa il 50% della sua produzione a condizioni stabilite dagli Standard Fairtrade. Oggi conta 9.655 soci produttori riuniti in 162 associazioni.

Fairtrade premium: 

Tutti gli agricoltori sono divisi in nove sottogruppi e insieme decidono come investire il premio. Tra i progetti realizzati:

  • Salute. Istituzione di una clinica mobile al servizio degli abitanti di alcuni villaggi.
  • Miglioramento della qualità. Sono stati recentemente costruiti 5 centri di fermentazione del cacao, 8 di essiccazione e due magazzini.
  • Supporto finanziario. Vengono concessi dei prestiti senza interessi ai membri della cooperativa a favore della ristrutturazione delle abitazioni e per sostenere l’istruzione dei figli dei produttori.
  • Costruzione di un sistema di acquedotti, che consentono l’uso domestico dell’acqua. Il prossimo passo sarà l’investimento nell’acquisto di filtri che garantiranno il consumo di acqua potabile nelle abitazioni.

Paese

Repubblica Dominicana

Anno di fondazione

1985

Lavoratori

8.700