Grandi piantagioni di proprietà delle multinazionali che si contendono il mercato della frutta tropicale: è questa la situazione del Ghana come di molti altri paesi africani.
Edward Twun abitava nella foresta e possedeva una piantagione di appena 5 ettari nella regione di Bawajase quando nel 1995 decise di fondare Prudent, grazie ad un progetto di cooperazione con un’azienda italiana. Oggi l’organizzazione coltiva una piantagione di oltre 450 ettari e offre lavoro a più di 300 uomini e donne esportando ananas e altra frutta tropicale in tutta Europa. Dal 2003 Prudent è iscritta nei registri di Fairtrade International e ha cominciato a lavorare secondo i criteri del Fairtrade proprio iniziando dall’Italia.