Lo Swaziland è uno dei più piccoli Stati africani (17.363 km², un milione e mezzo di abitanti). Privo di sbocchi al mare, il suo territorio ha forma quasi circolare e confina in gran parte col Sudafrica, salvo un tratto ad est col Mozambico.

L’industria saccarifera, con una produzione annuale di 600.000 tonnellate, che rappresentano il 13% del prodotto interno lordo, è la maggiore del paese e la terza di tutta l’Africa.   Tutti i produttori di canna da zucchero e i gli zuccherifici sono raggruppati nella Swaziland Sugar Association (SSA), incaricata dell’assistenza tecnica al settore. Dal 1967 la SSA ha centralizzato la vendita dello zucchero, e nel 2007 ha messo a punto un programma di supporto dedicato ai piccoli produttori, per aiutarli a lavorare insieme tramite la formazione di associazioni che riducessero i costi di produzione e ne aumentassero i benefici.

Dal 2012 ad oggi sette associazioni di produttori hanno ottenuto la certificazione Fairtrade, segno che il lavoro congiunto tra agricoltori continua e può portare a maggiori risultati.

Fairtrade premium:

  • Costruzione di uffici, acquisto di computer e materiale per archivi;
  • Recinzione deicampi di canna da zucchero,  rinnovo degli impianti di irrigazione e acquisto di nuove pompe idrauliche  per rendere più efficace l’irrigazione nei campi;
  • Costrui toilettes mobili nei campi, fornire alle associazioni dei produttori delle grandi taniche per l’acqua potabile, costruire docce per i lavoratori e magazzini appositi per lo stoccaggio dei prodotti fitosanitari usati nella coltivazione della canna da zucchero.

Citazione

sono orgoglioso di coltivare zucchero fairtrade

Paese

swaziland

Anno di fondazione

2011

Lavoratori

300000