L’obiettivo della nostra cooperativa è quello di migliorare la vita di ciascuno di noi e delle nostre famiglie e abbiamo trovato un alleato strategico in Fairtrade. Attraverso questo marchio dei piccoli produttori riceviamo un Premio e investiamo parte di esso nel miglioramento delle competenze dei nostri produttori per migliorare a loro volta produttività e produzione, per generare il cambiamento di cui abbiamo bisogno qui”.

Enrique Mario Perez, produttore di Comsa

L’Homduras è uno dei Paesi più pericolosi al mondo: violenza e disgregazione sociale sono le piaghe che hanno colpito questo Stato dell’America Centrale la cui sopravvivenza dipende molto anche dalla coltivazione del caffè. E’ qui che è fiorita la realtà di Comsa, in una delle regioni più colpite dalla violenza, dove si coltiva caffè biologico e del commercio equo.

La Finca Humana

Café Orgánico Marcla (Comsa) ha sede a Marcala, La Paz, nell’ovest dell’Honduras, una delle delle aree più povere del paese dove le persone dipendono moltissimo dalla coltivazione del caffè e dall’agricoltura.

E’ stata fondata nel 2000 da 45 comunità di contadini. A quel tempo, stavano soffrendo la caduta dei prezzi del caffè che rendeva poco conveniente coltivarlo. La maggior parte di loro erano costretti ad abbandonare le aziende agricole e molti emigravano verso le città o verso gli Stati Uniti per lavorare. Gli agricoltori di Comsa si sono uniti per entrare nel mercato del caffè di eccellenza e per ricostruire le loro vite. Hanno imparato velocemente che la coltivazione biologica è più di un processo di conversione; hanno cominciato a sviluppare una coltura del biologico e della sostenibilità che bilanciasse i bisogni del business, della società e dell’ambiente. Il numero dei membri da allora è cresciuto, un quarto di essi è rappresentato da donne. Comsa paga un buon prezzo per il caffè dei suoi membri e questo ha prodotto benefici anche nelle comunità confinanti perché gli altri commercianti sono stati costretti a offrire prezzi più alti ai contadini del luogo.

Coltivazione e lavorazione del caffè

I membri di Comsa coltivano un caffè certificato di alta qualità sia biologico che convenzionale in piccoli appezzamenti. Molti coltivano anche frutta e verdura e allevano bestiame, maiali, pollame e pesce. Secondo Comsa, il miglioramento della qualità del caffè passa per il la rivitalizzazione della fertilità del suolo e il divieto di utilizzo di prodotti chimici. Il caffè dei membri è acquistato da Comsa. La cooperativa realizza tutto il processo, dalla spolpatura alla trasformazione in caffè verde allo stoccaggio per l’esportazione. Comsa ha sviluppato un buon rapporto con i compratori e i torrefattori che visitano le aziende agricole prendendo consapevolezza della situazione di povertà delle comunità e per capire i sacrifici che fanno i contadini. Comsa inoltre acquista caffè da contadini che non sono suoi membri. Tutto il caffè è esportato con la denominazione d’origine “Marcala”.

Il Premio Fairtrade

Un quarto del Premio viene investito in qualità e produttività per aumentare la conoscenza, il reddito e per migliorare la competitività con gli altri caffè che crescono nella regione. Sviluppano inoltre molti progetti:

  • Corsi di formazione: Comsa ha usato il Premio Fairtrade per finanziare corsi di agricoltura biologica istituiti dall’Università per il responsabile dell’assistenza tecnica, due membri del suo team e due agricoltori. Questo gruppo offre consulenza e formazione ai contadini e sviluppa tecnologie a basso costo che sono facili da assimilare. Per esempio, il programma di fertilità del suolo analizza campioni di terra dalle coltivazioni in modo che il gruppo possa offrire consulenze personalizzate sulla fertilizzazione naturale e sui bisogni di nutrienti per aumentare la produttività. Il gruppo organizza scambi e moduli che analizzano la qualità delle colture, l’uso degli alberi che fanno ombra alle piante di caffè, la gestione dell’acqua e le caratteristiche del caffè in tazza. In questo modo si insegna agli agricoltori quali siano gli effetti della coltivazione sul gusto finale del caffè.
  • Salario minimo e benefici: Comsa ha migliorato il salario di tutti i lavoratori dello stabilimento di trasformazione e ha costruito una mensa.
  • Sostenibilità: Comsa vuole sviluppare una cultura aziendale orientata al biologico e alla sostenibilità. Gli scarti del caffè sono riciclati per trasformarli in fertilizzanti biologici che sono distribuiti gratuitamente ai contadini in modo da aiutarli a ridurre i costi di fertilizzazione del 50% rispetto a quelli chimici. I benefici sono più ampi: la produzione biologica è più salutare per i contadini e i lavoratori; rende i campi luoghi più salubri in cui lavorare e ferma la contaminazione delle risorse idriche; la produttività è più alta rispetto alla produzione convenzionale; e il bisogno di più manodopera genera lavoro e riduce la migrazione.
  • Salute ed educazione: Comsa sostiene l’ospedale della comunità con il Premio Fairtrade e assicura la manutenzione e la riparazione dell’ambulanza della Croce Rossa della comunità. Usa il Premio Fairtrade anche per garantire borse di studio per la scuola e l’università per gli studenti più promettenti e per modernizzare le cucine della scuola.

 

Paese

Honduras

Anno di fondazione

2000

Sito web

http://www.comsa.hn/