Coop

crai

in’s

Baum

Alce Nero

Ki group

OJRPG Organic Jasmine Rice Producer Group

Sujitra Vatu fa parte di OJRPG da 6 anni.

La cooperativa Organic Jasmine Rice Producer Group è stata fondata nel 1986 in una delle regioni nel Nord Est della Thailandia. Oggi raccoglie membri sparpagliati in oltre 120 villaggi della zona, con una media di 5 agricoltori per villaggio.

E’ certificata Fairtrade dal 2003 e produce principalmente riso Jasmine, che ben si adatta al clima secco della regione. Per la coltivazione non vengono impiegati sistemi di irrigazione.

I bisogni della popolazione locale stanno diventando via via sempre più urgenti perché i guadagni ottenuti dalla vendita del riso sono di gran lunga inferiori al salario minimo medio delle province. Per questo Fairtrade si è introdotta nel sistema cercando di incoraggiare la collaborazione tra gli agricoltori per fronteggiare il mercato locale, che molto spesso non è equo. Fairtrade offre loro l’opportunità di bypassare i proprietari degli stabilimenti locali che commercializzano il riso, garantendo ai coltivatori un prezzo migliore per il prodotto.

Un incontro di formazione organizzato per informare i nuovi membri sul sistema e per rispondere alle loro domande

Destinazione Fairtrade premium:

  • Educazione. Sono state costruite delle scuole e istituite delle borse di studio.
  • Strutture. Innalzamento delle protezioni nelle risaie per scongiurare il pericolo di inondazioni.
  • Microcredito. I membri della cooperativa godono di alcuni finanziamenti di microcredito.
  • Produzione di concime biologico dallo sterco dei bovini.

Nam Om

Nam Om è una cooperativa di risicoltori dell’altopiano del Khorat, nel nord est della Thailandia. Certificata Fairtrade dal 2005, è nata nel 1999 grazie al supporto dell’Ufficio per lo sviluppo agricolo locale, con l’obiettivo di creare nuovo reddito e aumentare le entrate per i propri membri, abbassando i costi di produzione, promovendo le attività di raccolta fondi e differenziando la produzione.

Attualmente è strutturata in 12 sottogruppi, uno per ogni villaggio del Nam Om, un’assemblea generale annuale, un comitato eletto, 5 consiglieri e 14 ispettori interni. I componenti, dei quali circa 70 sono donne, possono avvantaggiarsi di servizi di assistenza amministrativa ed organizzativa e di credito. Sono previsti inoltre sistemi di acquisto condiviso di mezzi di produzione e infrastrutture per future operazioni di marketing sul riso. La cooperativa ha scelto inoltre di lavorare senza intaccare la biodiversità delle terre, nel completo rispetto della sostenibilità ambientale, esercitando una costante opera di sensibilizzazione e formazione dei propri membri.

Destinazione Fairtrade premium:

  • Strutture. Una parte del Premium è stato utilizzato per il completamento dei depositi
  • Salute. In ambito sanitario sono stati realizzati anche un ospedale e due ambulatori.
  • Educazione. Sono state costruite sei scuole primarie, due secondarie ed un college per l’agricoltura a Bor Daeng.
  • È stato creato un fondo speciale per i ragazzi svantaggiati.

Sunstar Federation of Small Farmers of the Khaddar

La Sunstar-Federation of Small Farmers of the Khaddar è una piccola cooperativa che ha sede nel nord dell’India, nella regione dello Haryana, e che si occupa della coltivazione, lavorazione ed infine esportazione di riso basmati biologico. La zona è una vasta pianura alluvionale ai piedi delle colline Shivalik, attraversata dal fiume Gange, che contribuisce a rendere la zona molto fertile.

Dal 2001 l’organizzazione ha iniziato una stretta collaborazione con Sunset Overseas, una delle più grosse aziende esportatrici di riso della regione, la quale, viste le ottime caratteristiche agro-climatiche della zona del Khaddar, ha deciso di intervenire con dei progetti di collaborazione a favore delle comunitò locali. A queste ultime è stata fornita assistenza tecnica e supporto nella coltivazione, che in compenso è stata trasformata in biologica.

Una classe di ragazze al centro Computer del villaggio di Naard.

Destinazione Fairtrade premium:

  • Migliorie infrastrutturali di scuole e strade. È stato riparato il muretto di recinzione della scuola del villaggio; sono state costruite strade per facilitare l’arrivo al villaggi, le pensiline presso alcune fermate dell’autobus e alcuni piccoli ponti in prossimità dei canali di scolo di alcuni villaggi per facilitare l’accesso durante la stagione delle piogge.
  • Credito. Dal momento che la maggior parte dei membri basa il suo reddito all’80% su un unico raccolto, e quindi dipende da creditori per l’acquisto anticipato di semi e per la propria alimentazione, è stato istituito un fondo per dei prestiti.
  • Progetti futuri. Dare ai figli dei membri della cooperativa la possibilità di ottenere un’istruzione migliore.