Ubuntu, condividere e camminare insieme

Sono da poco rientrato da uno stupendo viaggio in Malawi. In tanti  mi chiedono dove si trovi e la risposta è sempre “In Africa, quasi in Sud Africa”. È veramente impegnativo arrivarci ma ne vale tanto la pena.

È la terza volta che mi reco in questo paese per visitare i produttori di zucchero di canna Fairtrade della coop di Kasintula; questa materia prima è molto importante per noi della coop Vagamondi in quanto è l’ingrediente principale della nostra Ubuntu Cola.

Elod, il ragazzo responsabile del progetto sempre molto disponibile, mi accompagna nella visita dei campi coltivati a canna da zucchero dei villaggi che usufruiscono del premio Fairtrade, premio che si trasforma in pozzi, scuole, centri sanitari e in luce.

Mi racconta che sono coinvolte 875 famiglie in 17 villaggi. Mentre parla leggo in lui un certo orgoglio di far parte di questo mondo più solidale e questo naturalmente rallegra anche me.

Il caldo comincia a essere importante in questo periodo e purtroppo non sempre piove in quest’area già in difficoltà per la scarsità proprio di acqua. Il vicino fiume Schire spesso nasconde pericoli importanti come coccodrilli e ippopotami per chi decide di rischiare ad approvigionarsi del bene più prezioso.

“Ubuntu” è una parola molto conosciuta in Malawi, non per la bibita quanto piuttosto per il suo significato, l’essere umano, il saper condividere con gli altri e camminare insieme. Bambini e adulti sanno cosa significa e sono ben contenti di sapere che anche noi in Europa abbiamo deciso di usare questa importante parola per un prodotto che vuole ricordare l’importanza della condivisione. Così importante che l’anno scorso la nostra associazione e coop. Vagamondi ha lanciato un’ iniziativa di raccolta fondi per riuscire a donare un pozzo ai villaggi più lontani dalla strada principale. Lì l’accesso all’acqua è quasi impossibile se non percorrendo tanti km di strada, trasportandola con secchi pesantissimi sulla testa, che sono sempre le donne e le bambine a portare. Sono già quattro i pozzi aperti in altrettante zone e vi lascio immaginare la gioia e la festa in occasione della loro inaugurazione

Sono emozioni uniche che ti fanno capire quanto sia importante l’acqua. Qui tutti ci dicono che l’acqua è vita e ora ci credo ancora di più. Abbiamo anche deciso, insieme all’associazione locale Sottosopra, di organizzare un percorso di turismo responsabile proprio per fare conoscere questo paese, visitare i tanti progetti legati al mondo Fairtrade ma anche per poter vivere un’esperienza “Ubuntu” all’interno di un villaggio. Sul nostro sito www.vagamondi.net sono disponibili tutte le informazioni sia per contribuire al progetto sia per partecipare ai viaggi insieme a noi

Tornare in Italia e poter condividere e continuare questo percorso non diventa solo lavoro ma impegno per coinvolgere e ricordare quanto siano importanti le nostre scelte e quanto queste abbiano ripercussioni su altri paesi e persone.