Springfield Farms e il suo passo in avanti per la sostenibilità

11 luglio 2012

Springfield, Sudafrica. Siamo ai piedi delle montagne Soutpansberg, in una organizzazione di 425 ettari che dà lavoro a 165 produttori coinvolti nella coltivazione di avocado e lychee (quei deliziosi frutti rossi dal dolce sapore di uva…). Springfield Farm è una di quelle realtà che, grazie alla partecipazione al circuito Fairtrade, ha potuto mettere i valori davanti ad ogni cosa, nel rispetto dei diritti dei lavoratori e dell’ambiente. Nella zona, caratterizzata da un alto tasso di disoccupazione e rischio di degrado ambientale, Springfield Farm è una piccola oasi. In linea con gli standard Fairtrade, le sue politiche ambientali promuovono la biodiversità, preservando aree di cespugli naturali e alberi, monitorando l’utilizzo dell’acqua, prevenendo l’erosione del suolo e l’abbattimento degli alberi. Qui gli animali trovano casa: sono state rilevate più di 120 tipologie di uccelli, e coccodrilli, ippopotami e molte specie di pesci vivono nel fiume vicino. I produttori invece seguono dei corsi di formazione per imparare a salvaguardare la natura e adottare tecniche di coltura sostenibili e di risparmio energetico.