Palloni Fairtrade per i bambini di Idomeni

07 aprile 2016

A marzo un gruppo di amici è partito da Verona verso il villaggio greco di Idomeni, con l’obiettivo di supportare le associazioni operanti nel più grande campo profughi d’Europa, in particolare nelle attività di animazione per i bambini e i ragazzi, che rappresentano circa il 40 per cento degli abitanti del campo.

Al confine tra Grecia e Macedonia, infatti, una ex stazione ora dismessa è stata trasformata in un ‘hotspot’ che attualmente accoglie oltre diecimila richiedenti asilo, fermi in attesa di poter raggiungere l’Europa.

Anche Fairtrade Italia ha accolto l’invito a dare il suo contributo, attraverso una donazione di palloni da calcio del commercio equo, provenienti dal progetto certificato Fairtrade Vision in Pakistan, iniziativa nata sette anni fa per migliorare le condizioni dei lavoratori del distretto di Sialkot, capitale mondiale della produzione dei palloni.

Lo scorso 22 marzo il gruppo di volontari è arrivato a Idomeni e con loro i nostri palloni certificati Fairtrade!

Al rientro da questa prima missione, la volontà adesso è quella di dare vita all’associazione “One bridge to Idomeni” per assicurare una staffetta continua di volontari, in grado di mantenere una presenza costante nel campo per l’animazione e lo svago dei più piccoli.