Fairtrade all’assemblea, approvato il bilancio

15 maggio 2014

Lo scorso 15 maggio presso la sede Arci di Firenze si è riunita l’assemblea ordinaria dei soci di Fairtrade Italia, durante la quale è stato approvato all’unanimità il bilancio d’esercizio 2013.
Ha preceduto l’assemblea la tavola rotonda “Expo2015 e cibo giusto: ruolo e obiettivi del Terzo settore e ONG italiane”: un momento di incontro e confronto sul ruolo del mondo non profit all’esposizione universale del prossimo anno, a cui hanno partecipato Sergio Silvotti (Presidente Fondazione Triulza), Silvia Stilli (portavoce AOI), Elisa Bacciotti (Direttrice campagne Oxfam Italia) e, per Fairtrade Italia, il presidente Andrea Nicolello-Rossi e Alessandra Cappellari (Responsabile partnership e fundraising).
Fairtrade Italia, uno tra i dieci rappresentanti della società civile all’esposizione universale del prossimo anno, porterà ad Expo la propria esperienza relativa agli aspetti sociali, economici ed ambientali legati alle produzioni provenienti dai Paesi in via di sviluppo, in particolar modo quella del cacao. Fairtrade infatti è uno strumento che, garantendo migliori condizioni di lavoro ai produttori e tutela dell’ambiente e riconoscendo il ruolo centrale delle aziende e il loro apporto nel promuovere diritti umani, contribuisce a creare un equilibrio tra tutte le dimensioni nella produzione dei cibo e nei processi distributivi. La partecipazione del circuito passerà attraverso partnership con aziende licenziatarie del marchio e altri attori del non profit che sostengono questi valori.