Consumi etici, una nuova ricerca Nielsen su Fairtrade

La crisi non fa arrestare i consumi di prodotti etici. Una ricerca condotta da Nielsen per conto di Fairtrade Italia e presentata in concomitanza coi dati annuali di vendita attesta che per il 97% degli intervistati il processo produttivo è importante in fase di acquisto di un prodotto. Inoltre il 41% dichiara di conoscere i prodotti etici, ovvero provenienti da filiere che dimostrano attenzione ai metodi di produzione, e il 65% li considera affidabili.

In sede di intervista inoltre il 90% delle persone dichiara di avere familiarità con le caratteristiche del commercio equo e sa che si tratta di prodotti distribuiti e realizzati con attenzione alle condizioni sociali dei produttori e dei lavoratori, oppure che assicurano un prezzo giusto all’origine della filiera.

Rispetto a Fairtrade, gli intervistati dichiarano di aver conosciuto il Marchio principalmente attraverso i prodotti, ovvero dalle etichette, ma anche la comunicazione risulta un vettore importante per la diffusione dell’informazione. Secondo Nielsen infine, il marchio di certificazione del commercio equo è riconosciuto da un consumatore etico molto consapevole, che comprende il valore del brand e lo colloca correttamente all’interno della categoria.

La ricerca è disponibile online.

News: Le ultime news

  • Un nuovo fondo Fairtrade per le emergenze climatiche
    Scopri di più
  • Fairtrade ai leader del mondo: il cambiamento climatico è adesso e sta già colpendo gli agricoltori
    Scopri di più
  • Non c'è giustizia climatica senza giustizia nel commercio
    Scopri di più