We Not Me: qualità, legalità, cooperazione

10 luglio 2015

Sembrava un incontro di riflessione più che un evento pubblico, quello cui abbiamo partecipato il 9 luglio al Coop Forum di Expo. Organizzzato da Ancc Coop, ha riunito i vertici del mondo cooperativo italiano in una sorta di riflessione collettiva sui numeri ma soprattutto sui valori che stanno alla base dell’essere cooperativa. “We not me. Cibo per tutti” si è arricchito con le testimonianze così umane e significative di persone che, ai tre angoli del pianeta, hanno cercato di invertire, con forza e determinazione, le sorti della loro realtà.

Mi sono chiesta allora che cosa abbiano in comune Santiago Enrique Paz Lopez, direttore commerciale di Norandino, storica cooperativa certificata Fairtrade del Perù, Lalita Krishnaswami, Presidente, SEWA Cooperative Federation, India e Joe Holtz, General Manager di Park Slope Coop, New York, che hanno raccontato la loro storia durante la mattinata. Il primo è stato protagonista della lotta dei piccoli produttori di caffè, cacao e zucchero per convertire i terreni coltivati a cocaina a favore di commodities destinate al mercato fair; la seconda ha cominciato vent’anni fa raccogliendo donne analfabete per renderle imprenditrici di se stesse e consapevoli delle loro opportunità; il terzo, nel cuore della grande mela, ha ideato un modello distributivo che si basa per lo più sul lavoro di volontari che, in cambio di poche ore al mese di lavoro, acquistano i prodotti del supermercato a prezzi agevolati. Tre le parole che ho sentito risuonare e pronunciare da tutti che sono le basi del lavoro di realtà così distanti tra loro: lavorare insieme, perché senza collaborazione, entusiasmo e convinzione che essere in tanti è meglio che stare da soli, non si va da nessuna parte; qualità nell’offerta dei prodotti e dei servizi, nelle relazioni umane, nella tensione al miglioramento continuo dei processi; e infine legalità: alla base di queste cooperative c’è la convinzione di fare un lavoro importante per combattere il crimine, gli abusi di potere, la disparità di genere, l’ingiustizia sociale.

E l’orgoglio di Fairtrade è quello di stare al loro fianco.

 

Nella foto: Santiago Paz Lopez, Cooperativa Norandino, Perù. Courtesy of Ancc Coop.