Festival D.O.P.: chi va controcorrente

18 agosto 2015

La comunità degli Alpaqueros ha scelto di vivere lontano dal progresso e dalle città, rinunciando a comodità e servizi, nella zona alta e isolata della regione Apurimac, in Perù. Il loro lavoro è prendersi cura degli alpaca, una particolare varietà di lama da cui ricavano una lana raffinata. Si tratta di una scelta singolare ed indubbiamente affascinante, che ci fa immaginare il silenzio assordante degli altopiani peruviani, unito al duro lavoro di un popolo da sempre composto da allevatori.

Zina, Cherifa, Halima, Fatima, Amina e Jamila vivono e lavorano nelle zone rurali tra Marocco e Tunisia: il loro desiderio è creare delle cooperative che coniughino l’antica conoscenza agricola e manifatturiera femminile con lo sviluppo di nuovi prodotti per il mercato. Queste sei donne vogliono realizzarsi come professioniste, mantenendo in vita ed utilizzando le conoscenze tradizionali dei loro popoli.

Due esperienze completamente diverse, che hanno come unico filo conduttore l’aver fatto una scelta di vita controcorrente, tentando di vincere le richieste eccessive del mercato e gli imperativi di una società legata al consumo.

Gli aspetti economici, sociali ed ambientali delle produzioni nei Paesi del sud del mondo sono centrali rispetto ai temi toccati da Expo 2015. Per questo è fondamentale per noi di GVC far conoscere ai visitatori di tutto il mondo chi sono queste persone e quali i loro valori. Vogliamo ricordarci e ricordare che esiste un altro modo di scegliere che cosa acquistare. Un modo in cui possiamo rispettare i produttori, il loro lavoro e le loro, spesso difficili, scelte di vita.

Lo faremo il 30 agosto con la giornata dedicata al Festival D.O.P., nel corso del quale insieme a Fairtrade proietteremo i documentari realizzati all’interno dei progetti che GVC realizza in tutto il mondo. Gli Alpaqueros e le donne delle cooperative del Maghreb sono solo alcuni dei protagonisti che incontreremo. Mostreremo ai visitatori esperienze di sviluppo alternative, solidali e sostenibili che coinvolgono alcune delle tantissime comunità rurali che popolano il pianeta.