Un bar camp con gli attori della cooperazione

16 dicembre 2014

Qual è il futuro della Cooperazione allo Sviluppo nella filiera del cacao-cioccolato? Ne discuteranno i principali attori della cooperazione, pubblici e privati, nel contesto informale di un Bar Camp, lunedì 22 Giugno 2015 alle ore 11:00, al Cluster Cacao e Cioccolato.

Approfittando della presenza a Expo Milano 2015 dei principali Paesi produttori di cacao, l’iniziativa favorirà uno scambio diretto con i soggetti beneficiari, sia con riferimento ai progetti già finanziati che, in prospettiva, a quelli che potranno essere presentati.

Ad affrontare l’argomento, da diversi punti di vista, saranno autorevoli relatori. Il confronto si aprirà con l’intervento di Cristiano Maggipinto, Coordinatore Expo della DGCS. A seguire, Paolo Pastore, Direttore di Fairtrade Italia parlerà di “Fairtrade cocoa: a positive energy for people and planet” e passerà il testimone a Costance Kouadio, Responsabile Comunicazione per la Costa d’Avorio a Expo Milano 2015. Toccherà poi ad Antonella Mori, docente presso l’Università Bocconi, approfondire il tema “Cacao in Bolivia: un esempio di produzione sostenibile”. “Dal Cacao al cioccolato: rete italo-latinoamericana” sarà il tema affrontato da Jose Luis Rhi-Sausi, Segretario Socio-Economico dell’Istituto Italo-Latino Americano mentre il professor Gian Carlo Di Renzo, Presidente ISCHOM, International Society of Chocolate and Cocoa in Medecine, parlerà di “Cocoa, Chocolate and Health”. A seguire Alice Fanti, Responsabile Progetti Cefa Onlus richiamerà l’attenzione su “Development of cocoa and coffee value chains as a strategy for poverty reduction: witch are the midterm perspectives?” mentre Maria Teresa Gatti, Responsabile Comunicazione Fondazione AVSI, affronterà la questione del “Perù, la rivolta anti-narcos dei caocateros“.v

L’evento è promosso dalla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Eurochocolate e Fairtrade Italia, in collaborazione con IILA (Istituto Italo Latino Americano) e Commissione Europea, ed è inserito nel ricco programma di eventi curato dalla Cooperazione italiana allo Sviluppo.