Il caso Eternit: un pensiero al Sud del Mondo

02 gennaio 2012

La sentenza di condanna ai proprietari di Eternit del 13 febbraio scorso è stata giustamente definita storica; ma perché sia veramente tale dobbiamo impegnarci perché travalichi i confini nazionali. Il nostro pensiero va immediatamente ai produttori e lavoratori agricoli del Sud del mondo, di paesi dell’America Latina o l’India, dove l’amianto non solo non è stato messo al bando ma non vi è alcuna coscienza della sua pericolosità. Così le lastre di amianto, spesso in pessime condizioni, fanno da copertura di abitazioni, luoghi di lavoro, magazzini, in città come nelle campagne. Ecco una nostra riflessione.