Fairtrade: venduto a +10% nel mondo

03 settembre 2015

Il cambiamento globale passa attraverso il rafforzamento delle leadership a livello locale. È disponibile da oggi il nuovo Report Annuale delle attività di Fairtrade International, “Global Change, Local Leadership”, che presenta i dati del circuito a livello globale. Nel 2014 i consumatori hanno speso 5.9 miliardi di euro in prodotti certificati (+10%). In particolare, grazie ai programmi di approvvigionamento di materia prima Fairtrade, si è registrata una crescita dei volumi per cotone (+28%) e cacao (+24%). Inoltre, con le nuove opportunità commerciali rivolte agli artigiani orafi, i volumi di oro certificato sono più che duplicati (+259%).

Dall’altra parte del mondo i lavoratori e gli agricoltori parte del sistema hanno raggiunto quota 1,5 milioni e il Fairtrade premium corrisposto grazie al circuito invece è stato pari a i 105 mln di euro. Inoltre grazie al Fairtrade Access Fund sono stati elargiti prestiti per 11.1 milioni di euro ai piccoli produttori, con relative attività di training e assistenza.

Nonostante ciò le condizioni di vita di molti contadini in tutto il mondo sono ancora una vera sfida. “I problemi che si trovano ad affrontare sono retaggio di centinaia di secoli di marginalità e sfruttamento” dichiara Harriet Lamb “Fairtrade aiuta a ridurre il divario ricchi-poveri, e a cambiare il sistema alimentare globale che sfrutta le persone e il pianeta. Ma oggi le soluzioni posticce non bastano più, e il vero cambiamento avverrà quando le voci dei piccoli produttori agricoli saranno ascoltate ai più alti livelli di governo e dell’industria, e a partire da queste si prenderanno delle decisioni”.

Un nuovo sito web raccoglie tutte le informazioni sul sistema.