FairPhone, lo smartphone etico con oro Fairtrade

29 gennaio 2016

Se siete nostri sostenitori, avrete sicuramente sentito parlare di FairPhone, lo smartphone etico realizzato con l’utilizzo di materiali provenienti da una filiera trasparente, con attenzione alla provenienza dei minerali utilizzati per realizzare ciascun componente, alla manodopera utilizzata e all’impatto sociale ed ambientale che tale produzione ha comportato.

Nato grazie ad una campagna di crowdfunding dell’omologa fondazione olandese, FairPhone contiene ora anche oro certificato Fairtrade. Gli smartphone racchiudono, infatti, decine di minerali provenienti da ogni angolo del globo, compreso l’oro, che è comunemente usato nei circuiti stampati (PCB), così come in altri componenti per la sua eccellente conduttività. FairPhone, così come gli altri cellulari di nuova generazione, contiene all’incirca 30 milligrammi d’oro.

Ma al giorno d’oggi, l’oro è un materiale essenziale in molti oggetti di elettronica di consumo, e l’industria elettronica è il terzo più grande consumatore d’oro in tutto il mondo, dopo il settore della gioielleria e quello finanziario.

L’oro di FairPhone 2, il modello ora in commercio, proviene dalle miniera di SOTRAMI, nel deserto di Atacam, nel Centro del Perù. Grazie alla certificazione Fairtrade, i 250 minatori di SOTRAMI non lavorano più in condizioni di sfruttamento e di pericolo per la salute e investono nel futuro loro e delle loro famiglie. Tra i progetti realizzati grazie al Fairtrade Premium, vi è una scuola materna per i figli dei lavoratori.