Là dove si coltivano gli uomini

9 agosto 2016

Il pedagogista honduregno José Elías Sánchez sostiene che per coltivare la terra in modo realmente sostenibile bisogna cominciare dall’essere umano: il cervello (coscienza e pensiero), il cuore (anima) e le mani (corpo). José Elías diceva che se la mente dell’agricoltore è un deserto, lo sará anche il suo terreno.

Ho conosciuto la sua filosofia durante la mia permanenza presso l’organizzazione di produttori di caffé biologico ed equosolidale “Café Orgánico Marcala – COMSA”.

Era la mia prima volta in Honduras, dove mi ero recato per conto della città per il commercio equo di Saarbrücken (Germania) e per presentare le campagne latinoamericane per le Università e le città equosolidali.

Qui, Rodolfo, Miriam, Elizabeth, Rommel e vari componenti della “familia COMSA” cercano di mettere in pratica questa filosofia tutti i giorni: educando i produttori e i figli e le figlie a leggere, analizzare, osservare, a essere critici, a non fermarsi alla superficie; a mangiare cibi sani, biologici, a cambiare le abitudini, la dieta e a costruire relazioni sane ed equilibrate con la terra. Partendo dalla saggezza dei loro antenati ma anche dei giovani.

«Abbiamo capito che facciamo parte di un modello economico globale ingiusto ma, soprattutto, che continuiamo ad obbedire a modelli di comportamento insostenibili e che è urgente cambiare», ci dice Rodolfo Peñalba, manager di COMSA.

 «Dobbiamo cominciare a guardare lontano, a lungo termine; e per farlo dobbiamo lavorare a fondo con l’educazione dei nostri figli e delle nostre figlie. È una grande responsabilitá, che dobbiamo assumere non solo per COMSA, ma per il paese e il mondo intero. È per questo motivo che crediamo nella metodologia della “finca humana” [letteralmente “la parcella umana”] e che questa possa essere condivisa in molti Paesi».

Prossimamente uscirá il documentario “La Finca Humana” del regista statunitense Brian Olson, che racconta le disuguaglianze e i mali della nostra societá guardando l’Honduras… ma racconta anche la proposta di cambiamento  dal basso che la saggezza e la cultura contadina mettono in pratica tutti i giorni, grazie agli insegnamenti di José Elías Sánchez.